fbpx
HomeprimopianoIsola & caos. Traffico e vaccini bloccano l’isola

Isola & caos. Traffico e vaccini bloccano l’isola

Gaetano Di Meglio | Le scene di ieri dimostrano una cosa: siamo l’isola del caos.
In questa pagina pubblichiamo alcune foto di una storia triste. Quella di un’isola che non riesce a rispondere alle sue più semplici esigenze. Due vicende, assurde, collegate tra di loro, preventivabili e gestibili ma che, non si capisce perché, sono state lasciate al caos. Ed è assurdo.
Nelle settimane scorse, in diversi, si sono preoccupati di raccontarci che le operazioni delle vaccinazioni dei loro genitori erano andate lisce senza problemi, che non servivano sedie ed ombrelloni per il sole o per la pioggia e che i volontari della Protezione Civile erano bravi e buoni.
Tutto bene. Quelli erano giorni in cui la media da coprire (anche perché quelle erano le dosi in circolazione) prevedevano poco più che 400 prenotati al giorno.

Un flusso di persone e di auto che, al netto delle figuracce rimediate, abbiamo sostenuto in maniera quasi normale.
Da giorni, invece, per una precisa scelta della “destra” di chi ci amministra si è alzata l’asticella e si vuole vaccinare con il piede sull’acceleratore. Benissimo! E allora si caricano i vaccini nei frigo, si arruolano i medici (dopo aver vaccinato Procida) e si allarga la lista dei prenotati. Dai 400 si passa ai 1000 e oltre. Una buona cosa. Però, la “destra” che ci amministra non ha parlato con la “sinistra” e allora i 1000 in attesa di vaccino si mettono in marcia verso il Palazzetto dello Sport. Un mini esodo programmato che, senza sorpresa, si scontra con il problema traffico sia verso Casamicciola sia verso Barano.

Nessuno ha pensato che forse i lavori di Casamicciola doveva essere programmati in maniera diversa. Nessuno lo ha pensato perché la “destra” non parla con la “sinistra” e perché ci piace essere l’isola del caos. Se mobiliti 1000 persone devi anche pensare che queste persone devono raggiungere Ischia e al traffico già normale devi renderti conto che devi studiare soluzioni adatte al territorio e alle sue problematiche.
Nulla di tutto questo. La “destra” fa una cosa, la “sinistra” ne fa un’altra.
Ieri alle 18.00 la media di percorrenza Ischia-Casamicciola è stata di 54minuti! Sí, c’è chi li ha cronometrati.
Ma l’altro caos, preventivabile, gestibile ed evitabile è quello che si è verificato all’esterno dell’Hub vaccinale di Ischia. Un parcheggio intero utilizzato male e oggi più di sempre, con l’ingresso sbagliato. Ancora una volta, ahinoi, c’è chi preferisce fare campagna elettorale coi vaccini (vedi Mario Savio a Forio, che è in pianta stabile a fare ‘u mast e fest come qualche politico del comune di Ischia a Ischia) invece di gestire bene logistica e attesa.

E’ assurdo vedere le scene riprese in foto e non pensare di cambiare ingresso del Palasport. E’ assurdo tenere un assembramento del genere, non distanziato e mal gestito ora che si ha a che fare con persone meno “fragili”!
E’ assurdo vedere che nessuno si sia preoccupato di gestire meglio quella fila. Come? Beh: distanziamento a terra, costruzione di un serpentone, utilizzo dell’area all’esterno del Palasport e creazione di un cordone unico che colleghi all’interno della struttura l‘ingresso.
Sono mesi che usate la struttura e, ancora oggi, teniamo i “vaccinandi” in fila, senza distanziamento e ammassati all’esterno del Palazzetto.
Il caos si affronta con intelligenza. Il caos è sempre gestibile. Basta la volontà!
Speriamo che la “destra” di chi amministra, dica alla “sinistra” quello che fa. É così che si organizzano! Perché non ci possiamo permettere che ci vogliano più di 50 minuti per raggiungere Casamicciola da Ischia…

Gli altri articoli
Related News
- Advertisement -

2 Commenti

  1. In effetti oggi c’era un bel po’ di casino anche perche’ le persone delle 11 alle 9.30 stavano gia’ in fila (non so’ il perche’).Forse le foto non sono tanto recenti anche perche’ all’ingresso non vedo il gazebo e stamattina c’era.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui