Ischia sul velluto, poker al Quartograd

0

Simone Vicidomini | L’Ischia conquista la sua prima vittoria stagionale esterna. La formazione di Monti, sotto un sole cocente estivo, ma di fine ottobre, allo stadio “Giarrusso” si è imposta con un netto 4-0 ai danni del Quartograd, la cenerentola del girone. Una domenica bestiale (cantava Fabio Concato) verrebbe da dire, al di là della vittoria, gli isolani agganciano la seconda posizione in classifica e restano in scia della capolista Pianura vittoriosa contro il Lacco Ameno per 2-0. Una partita mai messa in discussione, non solo per la bravura della coppia difensiva Monti-Chiariello (anche ieri migliore in campo) ma per il troppo divario che c’era tra le due formazioni, soprattutto sotto il profilo tattico. Un Quartograd che per l’intero arco della partita non si è mai reso pericoloso dalle parti della porta difesa da Mennella.
Ai gialloblu è bastato un tempo per mettere la gara in ghiaccio. A sbloccare il risultato dopo appena due giri di lancette è stato Saurino, con un colpo da biliardo da dentro l’area. A salire in cattedra è mettere in sigillo il risultato ci ha pensato il piccolo folletto Trani dove ha ridosso della mezz’ora di gioco ha trovato prima il gol del raddoppio (un po’ fortunato con la palla che gli è rimbalzata in faccia sotto porta) su un assist al bacio di Sogliuzzo e poi dopo poco con un’azione imbastita da lui e conclusa al meglio. Nella seconda frazione di gioco,dopo pochi minuti gli isolani calano il poker, su calcio di rigore, per un fallo di mano di De Vivo,dal dischetto Sogliuzzo con freddezza batte Sollo e chiude definitivamente la pratica. Non accade più nulla, se non i vari cambi effettuati dai due allenatori.
L’Ischia porta a casa tre punti importantissimi e vola al secondo posto. Dalla prossima settimana per i gialloblu si aprirà un ciclo di quattro partite, in cui sono chiamati alla così detta prova del nove. Si partirà domenica pomeriggio al Mazzella contro il Rione Terra, altra squadra ostica da affrontare che è piena zona play-off, per poi giocare due trasferte consecutive Santa Maria la Carità e Oratorio Don Guanella, per concludere il derby contro il Lacco Ameno. 

LE FORMAZIONI – L’Ischia deve rinunciare a Pistola, Matteo Trani ed Arcamone fermi ai box per infortunio. Gli isolani sono schierati da Monti con un 4-3-2-1 che ha visto Mennella fra i pali, la linea difensiva composta da Accurso, Monti, Chiariello ed Inverini, il centrocampo con Saurino, Di Sapia ed Esposito in avanti Trani e Castagna laterali con Sogliuzzo in posizione di falso nueve. 

Sul versante opposto il Quartograd guidato da Iaccarino (squalificato) è Monda per due giornate, è stato schierato in campo con questi 11: Sollo tra i pali, più Camerlingo, Di Costanzo, Silvestro, Cavaliere, De Vivo, Palumbo, Tafuto, Joseph, Shassah e D’Amuri. 

LA SBLOCCA SAURINO- La prima occasione da gol è per i gialloblu dopo appena un giro di lancette, Trani ruba palla dal limite entra in area, ma Sollo è bravissimo a deviare in corner. Sugli sviluppi del primo corner battuto, arriva il gol del vantaggio per gli isolani: battuta corta da Castagna sul primo palo, prova a girare Trani ma viene murato da un difensore locale con la sfera che arriva Billoncino che serve Saurino, e con un colpo da biliardo insacca in rete all’angolino basso. Al 14’ minuto, altra occasione per i gialloblu sempre da calcio d’angolo, con Chariello che impatta di testa ma l’estremo difensore è bravo a distendersi e salvare il risultato. Al 19’ minuto, calcio di punizione dal limite battuto da Sogliuzzo, il suo tentativo termina di poco alto. 

DOPPIO GIGIO- Al 26’ minuto arriva il gol del raddoppio, Sogliuzzo scatta in profondità sull’out di destra, entra in area e con la coda dell’occhio serve Trani sul secondo palo, dove in un primo momento un giocatore napoletano respinge, ma incredibilmente la respinta coglie in piena faccia proprio il numero 8 gialloblu con la palla che termina in rete. Al 33’ minuto, l’Ischia cala il tris: Chiariello anticipa un avversario nella metà campo innescando la ripartenza di Trani che va via in velocità in dribbling ad un difensore e a tu per tu con Sollo non sbaglia il gol dello 0-3 che gli vale la doppietta personale. Il piccolo folletto gialloblu sta diventando sempre di più un’arma fondamentale per mister Monti. Dopo un solo minuto di recupero, le squadre vanno al riposo sul risultato di 0-3 in favore dei gialloblu. 

SOGLIUZZO, POKER DI RIGORE- La ripresa inizia con gli stessi ventidue della prima frazione di gioco, con il copione che non cambia affatto. Al 48’ minuto, fallo di mano in area da parte di De Vivo che però resta a terra al termine di un contrasto di gioco con un avversario. Il direttore di gara Alfieri non ci pensa su due volte, ed indica il penalty. Dal dischetto va lo specialista, Sogliuzzo che non sbaglia e mette in rete il 4-0 e poker gialloblu. Successivamente dopo la battuta del penalty, i padroni di casa effettuano un cambio, esce proprio De Vivo al suo posto Sorrentino. Al 63’ minuto, primo cambio per gli isolani esce Saurino (per un problema muscolare) al suo posto Ferrari. Al  66’ minuto, arriva il primo tiro in porta di tutta la partita del Quartograd, D’Amuri si ritrova il pallone sui piedi dal limite dell’area per un disimpegno difensivo gialloblu, Chiariello prova a contrastarlo ma la sua conclusione viene respinta di piede da Mennella che spazza via. Al 71’ minuto ,altro cambio per gli isolani entra Aiello al posto di Esposito, uscito un po’ dolorante. Al 73’ minuto,brutta palla persa ancora dai padroni di casa nella metà campo, Sogliuzzo si invola verso la porta e prova il tocco morbido a scavalcare Sollo,che però riesce a metterci una pezza deviando in corner,negandogli la gioia della doppietta. E’ l’ultima azione da segnalare,dopo 4’ di recupero termina la partita sul risultato di 0-4 per l’Ischia. 


QUARTOGRAD       0
ISCHIA          4

QUARTOGRAD: Sollo, Camerlingo, Di Costanzo (45’Gonzales), Silvestro, Cavalieri, De Vivo (50’Sorrentino), Palumbo (31’ Lazzaro), Tafuto, Joseph, Shassah, D’Amuri. A disposizione: Nacci, Caputo, Spada, Lahoz, Cimmino, Di Gennaro. All. Luigi Iaccarino (squalificato)

ISCHIA: Mennella, Esposito (71’Aiello), Accurso, Saurino (63’Ferrari), Chiariello, Monti, Invernini, Trani (86’Ferrandino), Di Sapia, Sogliuzzo (75’Iattarelli), Castagna. A disposizione: Romano, Matrone, Buono, Rubino, Abbandonato. All.: Giuseppe Billone Monti 

Arbitro: Alfonso Alfieri della sezione di Nola (Assistenti: Andrea Minopoli ed Enrico Palma di Napoli) 

Reti: 2’Saurino, 26’ 33’ Trani, 48’ rig. Sogliuzzo (I) 

Ammonti: De Vivo (Q) 

Calci d’angolo: 2-7

Spettatori: 40 circa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui