Ischia, pronti ad assumere Paola Mazzella. Ma occhio ai telesiani

Ischia. E si cala lo schema dei telesiani: vai con le assunzioni grazie alla politica. Si liberano due posti nello staff?

0

Gaetano Di Meglio – Ida Trofa | L’unica vittima qualificata dell’amministrazione di Enzo Ferrandino è stata Paola Mazzella. Tutti ricorderanno, infatti che all’indomani dell’elezione di Enzo sindaco ad Ischia, la dirigente che aveva retto con ottimi risultati il servizio tributi del comune di Ischia era stata non confermata in quel ruolo perché non gradita ad alcuni consiglieri comunali e assunta come capo staff del sindaco. Un ruolo ben diverso, non da dirigente e che, in qualche modo, spezzava la punta con cui l’ente di Via Iasolino combatteva una certa sacca di evasione dei tributi locali.

Ma sembra che i tempi siano cambiati e così lo scorso 24 ottobre il comune di Ischia ha chiesto al comune di Lacco Ameno l’utilizzo della graduatoria del concorso dopo Paola Mazzella è la prima disponibile.

Il responsabile del settore affari generali del Comune di Lacco Ameno, l’avvocato Lucrezia Galano, infatti, ha approvato lo schema di convenzione con il Comune di Ischia per l’utilizzo della graduatoria concorsuale vigente inerente il profilo di istruttore direttivo contabile categoria D e di cui, Paola Mazzella è il primo nome tra gli idonei. Un nome e una garanzia attesi i venti amministrativi ischitani.

Si tratta della graduatoria approvata sempre dall’avvocato Galano lo scorso 21 dicembre 2018. Nella stessa determina si legge che “È notorio come la giurisprudenza abbia chiarito che la modalità di reclutamento mediante utilizzo delle graduatorie in corso di validità presso altre amministrazioni consente di ridurre la spesa pubblica, evitando l’indizione di nuovi concorsi per il regolamento del personale e attuando contestualmente i principi di economicità ed efficienza dell’azione amministrativa tenuto conto del costo e dei tempi per l’espletamento di procedure concorsuali. Pertanto l’avvocato Galano autorizza il Comune di Ischia ad utilizzare la graduatoria richieste”.

E ora? Ora c’è l’ok del comune di Lacco Ameno e l’intenzione ischitana di procedere con l’assunzione a tempo indeterminato part time al 50% della dottoressa Paola Mazzella ma prima che si avveri bisogna attendere la firma della convenzione tra i due enti.
Ora lo schema è stato approvato e, in attesa della firma che, speriamo, non abbia gli stessi tempi di quelli che portarono, poi, all’assunzione di Antonio Bernasconi.

Finalmente una cosa buona da parte di Enzo Ferrandino. La scelta di assumere in pianta organica Paola Mazzella è, sicuramente, una buona notizia per Ischia e per gli Ischitani.
Nel frattempo, però, non dobbiamo perdere mai di vista l’aspetto politico. E in questo caso, ovviamente, Paola Mazzella è estranea.
Con l’ingresso in maggioranza di Luigi Telese e dei suoi uomini, però, non possiamo non collegare le due cose.

Gli ischitani, infatti, ricordano bene che quando Telese fu sindaco, uno dei più rappresentativi esponenti del gruppo di Luigi Telese, Michele Califano, dopo essere stato eletto, scelse di farsi assumere dal comune di Ischia e di non espletare il proprio mandato politico.
Non sfuggirà ai più attenti, che ora, con l’assunzione di Paola Mazzella in pianta organica, si liberano, almeno, due posti part time nello staff del sindaco. E quando in maggioranza hai una componente appena inserita e che ha bisogno di spazi, di visibilità e di agibilità politica avere due posti di lavoro può essere una manna dal cielo.

Il neo assessore Ciro Ferrandino è esponente di quel gruppo politico, di quel modo di pensare la pubblica amministrazione e di quel modo di fare. Speriamo di non essere costretti a vivere ad un nuovo assalto al fortino della pubblica amministrazione per consentire a qualcuno di piazzare le proprie pedine nei posti di comando del comune di Ischia. Bene l’assunzione di Paola Mazzella. Male il resto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui