Ischia, porte chiuse a chi manca da più di 48 ore. Cantieri edili e cimiteri chiusi

5

Arriva l’ordinanza di “chiusura” dell’isola e che ordina “di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni” a chi si allontana da Ischia per più di 48 ore e chi fa rientro sull’isola da ogni parte del mondo.

Il cuore dell’ordinanza adottata dai comuni dell’isola:

Tutti coloro che fanno ingresso nel territorio dell’isola d’Ischia e che provengono dall’estero o dai territori di tutte le altre Regioni d’Italia o che in ogni caso mancano dall’Isola d’Ischia da più di 48 ore, al fine di rientrare nei territori dei Comuni dell’isola d’Ischia nel proprio domicilio, abitazione o residenza, sino alla data del 3 aprile 2020, salvo ulteriori disposizioni, hanno l’obbligo:
a) di comunicare preventivamente tale circostanza al proprio comune di residenza/domicilio/abitazione dove si effettua la quarantena, secondo l’allegato modello, ai seguenti indirizzi mail:
• Barano d’Ischia coc@comunebarano.it protezionecivile@pec.comunebarano.it
• Casamicciola Terme segreteria@comunecasamicciola.it
• Forio: protocollo@pec.comune.forio.na.it polmunicipale@comune.forio.na.it
• Lacco Ameno polizialocale@comunelaccoameno.it
• Ischia emergenza@comuneischia.it
• Serrara Fontana coc.serrarafontana@gmail.com

b) di dare comunicazione dell’arrivo, appena giunti sul territorio comunale di quarantena, al medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o all’operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente e al comune di residenza se diverso da quello di quarantena, nonché di compilare il modello di Dichiarazione salute pubblica del viaggiatore COVID 19;

) di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni;

d) di osservare il divieto di spostamenti e viaggi;

e) di rimanere raggiungibile H24 per ogni eventuale attività di sorveglianza;

f) in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l’operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione.

È esclusa ogni applicabilità della misura al personale medico e sanitario in servizio presso strutture pubbliche, al personale delle Forze dell’Ordine, al transito e trasporto merci e a tutta la filiera produttiva di cui all’allegato 1 e 2 del DPCM del 11 marzo 2020 da e per l’isola d’Ischia, previa preventiva comunicazione al Comune di destinazione a mezzo e-mail secondo l’allegato modello.

ORDINA ALTRESI’:
– la sospensione immediata e fino al 3 aprile 2020, salvo ulteriori disposizioni, dell’attività dei cantieri edilizi sia pubblici che privati;
– la chiusura immediata e fino al 3 aprile 2020 dei cimiteri presenti sul territorio comunale. Gli stessi potranno essere aperti solo per consentire le attività di sepoltura.

5 Commenti

  1. come volevasi dimostrare i cantieri negli alberghi foriani continuano….al riparo da occhi indiscreti e….a porte e cancelli chiusi basterebbe isituire dei posti di blocco ad hoc nelle zone piu’fuori mano

  2. Questa ordinanza penalizza chi x lavoro potrebbe assentarsi x alcuni giorni, considerando anche le scares corse dei traghetti da Pozzuoli e che costringono alcuni di noi a rimanere sulla terra ferma per rispettare gli orari di lavoro.

    Grazie

  3. d’accordo per la quarantena , ci sta. Ma dopo 48 ore di assenza ??? anche la permanenza di due ore a Napoli ti può infettare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui