giovedì, Marzo 4, 2021

Ischia Pallavolo, una prima di «rodaggio»

Pallavolo - Serie B Maschile| Sconfitta al debutto | ISCHIA PALLAVOLO - T.VOLLEY W.NAPOLI 0-3 (21/25; 27/29; 13/25) ISCHIA PALLAVOLO: Castagliuolo, Cannovo, Galia, Tarallo, Scotto Di Marrazzo, Pacelli, Ferrandino, Scialò, Trani, Di Costanzo, Minuti, Scordino, Ielasi. All. Mattera/Di Costanzo. SACS TEAM VOLLEY WORLD NAPOLI: Quarantelli, Barone, Botti, Canzanella, Esposito, Gargiulo, Leone, Lumia, Maisto, Matano, Nocera, Pellone, Pirozzi, Piscopo. All. Calabrese. ARBITRI:Lanza e D’Argenio.

In primo piano

Il Consiglio di Stato tentenna… Ma a Lacco Ameno è guerra di denunce anonime

Attesa febbrile per la pronuncia dei massimi giudici amministrativi sulla sorte della “fascia tricolare”: rivince Pascale o è la volta di De Siano?. Con la guerra giudiziaria e politica, prosegue la stagione dei corvi. Denunce apocrife con accuse ai politici. Accusatori e accusati fanno parte tutti della stessa barca

Giosi Ferrandino: “Ischia non perdere l’occasione Recovery”

https://youtu.be/hXXKLSQURO8 Gaetano Di Meglio | Con l'eurodeputato PD, Giosi Ferrandino, una riflessione sul governo Draghi, le possibilità del Recovery Fund...

Reazione Caruso, asfaltato De Siano: “Vuol fare i paragoni sugli incassi del porto? Cosa ha fatto per Serrara Fontana da Senatore?”

L''interrogazione di De Siano contro Del Deo ha una reazione. Immediata, dura, precisa. E arriva dal sindaco di Serrara...

Giovanni Sasso | Si sapeva che non sarebbe stato un esordio facile, per una serie di motivi, ma in pochi alla vigilia avrebbero pronosticato una sconfitta così netta, anche perché al di là della rete c’era sì una squadra più esperta ma non all’altezza dei team allestiti per il salto di categoria. «Risultato finale maturato più per demerito nostro», ha sottolineato a fine gara l’allenatore Fabio Di Costanzo, coadiuvato in panchina da Simone Ferrandino e Ottorino Mattera, ritornato a bordo campo per motivi “federali”.

Prima di addentrarci nella partita, sull’andamento appassionante dei primi due set (sul terzo c’è poco da commentare), vale la pena sottolineare il messaggio della società sul canale ufficiale del club presieduto da Raimondo Ambrosino: «Riparte lo sport sull’isola e lo fa con la pallavolo! Ad iniziare è la prima squadra maschile serie B Nazionale. Un segno indelebile di rinascita dopo la pandemia che non ha piegato la forte volontà dell’Asd Ischia Pallavolo di organizzazione, coinvolgimento e ripresa delle attività». Ed è stata davvero un’emozione unica entrare alla “Scotti” mezzora prima dell’inizio e sentire il rimbombo dei palloni che rimbalzavano sul campo e sui perimetrali. Sull’isola una partita ufficiale mancava da oltre tre mesi (derby calcistico Barano-Ischia), l’Ischia Pallavolo non ne giocava una da ben undici! Adrenalina dunque a mille, tanta voglia di “spaccare” da una parte e dall’altra.

LA PARTITA– All’orizzonte si profila la sfida a distanza tra i due top player, veterani con il volley nel sangue: il trentasettenne Scialò nelle fila ischitane, il quasi quarantenne Canzanella in quelle partenopee. Giocatori che hanno militato nelle massime serie e che, al di là dei valore tecnico, hanno sulle spalle tonnellate di esperienza. Di Costanzo inizialmente manda in campo Di Costanzo palleggiatore, Scialò opposto, Minuti centrale, Pacelli e Trani i martelli, Ferrandino libero. Ischia subito in battuta e il primo punto della stagione è di Pacelli. Una serie di battute velenose di Esposito mette in difficoltà la ricezione dei gialloblù e così il Team Volley Napoli si porta 4 avanti (4-8). Piccola fiammata isolana ma gli ospiti, dopo un time-out richiesto dai padroni di casa, trovano il massimo vantaggio (6-13), favorito da un paio di soluzioni di Canzanella. Ma Giuseppe Scialò sull’altro fronte decide che è giunta l’ora della riscossa: due muri spettacolari e una “taccarata” megagalattica riportano sotto gli alligatori: 13-15. Due schiacciate fuori vengono compensate da un bel lavoro di Galia a muro. Sul 17-21, l’Ischia paga a caro prezzo un paio di errori di Trani che spianano la strada ai napoletani.

Di Costanzo cambia qualcosa, Galia è maggiormente presente. Il secondo set è a dir poco spettacolare. Ischia subito avanti 3-1, viene ripresa (3-3) ma scappa: prima 9-6 (diagonale paurosa di Scialò e muro solitario di Minuti che si ripete poco dopo), poi 11-7 ma un paio di ingenuità danno la stura all’aggancio del Team Volley Napoli. Scialò fa il bello e cattivo tempo, il libero Pellone un paio di volte prende palloni impossibili e così gli ospiti restano attaccati all’Ischia. L’esperto opposto gialloblù determina la parte finale del parziale: prima non trova l’angolo buono, poi un suo muro schizza fuori, infine costringe gli avversari a murare a lato. Sul 24-25, contestazioni ischitane per una più che probabile deviazione su una schiacciata a lato di Scialò, il quale si riscatta con una saetta dalla seconda linea. Ma Canzanella prima con una legnata senza troppa opposizione e poi con una battuta al salto chiude il set.

Terzo parziale che inizia malissimo: Nocera la butta già in maniera disarmante più volte e su arriva in un nulla sullo 0-5. Gli alligatori sembrano sdentati. Non c’è più “fame”. Gli errori arrivano uno dietro l’altro. Entra Cannovo nella speranza che arrivi uno scossone ma la flebile reazione viene stroncata dai più esperti napoletani che s’involano sull’8-20. Capita anche che nessuno vada a muro, lo spartito ormai è saltato e si attende solo la fine di questa partita, per due set equilibrata. Il risultato è pesantissimo per l’Ischia Pallavolo che però non deve abbattersi, ritrovare la giusta condizione psicofisica per togliersi le soddisfazioni che merita. Il gruppo è giovane, probabilmente il più giovane del gironcino. I margini di crescita ci sono. L’importante è continuare a lavorare con entusiasmo. Prossimo impegno sabato in casa dell’Olimpica Avellino.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

In nome del DPCM, aprite le scuole! Siamo seri, responsabili e “vaccinati”

Gaetano Di Meglio | C'è qualche sindaco che ha voglia di difendere i figli di Ischia e ha voglia...
- Advertisement -