sabato, Marzo 6, 2021

Ischia, la musica non va… Solo “pagliacciate ischitane” per gli indirizzi musicali

In primo piano

Enzo e Gianluca. Ciò che Giosi ha diviso, Giosi ha unito

Gaetano Di Meglio | Era il 2015, dopo aver superato la sbornia e archiviato gli schiaffi elettorali della prima elezione...

Il Consiglio di Stato tentenna… Ma a Lacco Ameno è guerra di denunce anonime

Attesa febbrile per la pronuncia dei massimi giudici amministrativi sulla sorte della “fascia tricolare”: rivince Pascale o è la volta di De Siano?. Con la guerra giudiziaria e politica, prosegue la stagione dei corvi. Denunce apocrife con accuse ai politici. Accusatori e accusati fanno parte tutti della stessa barca

Giosi Ferrandino: “Ischia non perdere l’occasione Recovery”

https://youtu.be/hXXKLSQURO8 Gaetano Di Meglio | Con l'eurodeputato PD, Giosi Ferrandino, una riflessione sul governo Draghi, le possibilità del Recovery Fund...

Da sei anni, senza fortuna, la Preside Lucia Monti spera che l’Ufficio Scolastico Regionale riconosca alla Scuola Media Scotti di Ischia l’indirizzo musicale. Raccolte firme e delibere di giunta non sono state abbastanza. Lucia Franzese ha detto no. E così ad Ischia la musica non suona.

Per l’ennesimo anno, ancora una volta, la giunta del comune di Ischia ha approvato l’ennesima delibera che non riscuote successo da anni. Il blocco dell’indirizzo musicale è una questione molto più seria e ci vuole molto più impegno.

Non basta aver fatto votare (poco) Lucia Fortini in Regione Campania che “regala” indirizzi e curvature alle suole superiori (nonostante non ci siano le aule e i problemi dell’edilizia scolastica siano gli stessi da anni), ci vuole molto più impegno.
Nel frattempo, però, prima di leggere quello che scrive il comune di Ischia dobbiamo dirci che anche la mossa del “Liceo Musicale” è stato un flop. Il vuoto regionale nella gestione di indirizzi e curvature ha alimentato una sorta di mercato della vacche. Curvature doppioni come quella tra Mattei e Mennella, indirizzi che vengono concessi senza nessuna speranza di poter sopravvivere e altri che vengono lasciati morire senza nessun tentativo di rianimazione, come l’Agrario, sono la cornice nella quale inquadrare il recente riconoscimento dei licei artistici e musicali ad Ischia. Il sindaco di Ischia si è messo in posa tra la preside Barbieri e l’assessore Fortini come quei cacciatori che si siedono vicino alle loro prede uccise.

Che poi il Liceo non abbia una sede degna, che sia costretto alle rotazioni e che non abbia gli spazi necessari per accogliere la popolazione scolastica è un problema che lasciamo agli altri. A sindaco e assessore bastano i like su Facebook e l’illusione di aver dato qualche risposta.
Ma ora colleghiamoci alla richiesta dell’indirizzo musicale richiesto, per l’ennesima volta, per la Scotti perché le due vicende hanno lo stesso triste epilogo.

La richiesta per la Scotti
«con precedenti istanze, più volte reiterate e da ultimo con prot. n.2521-IV – del 10.09.2019 confermata più volte anche nel corso del 2020 il Dirigente Scolastico della Scuola Secondaria di I grado “Giovanni Scotti” di Ischia ha confermato la richiesta di attivazione presso la propria istituzione scolastica nella sede di Via Michele Mazzella 117 Ischia, di un Corso ad indirizzo musicale con i seguenti strumenti: pianoforte, chitarra, clarinetto e flauto, in quanto sussiste sul territorio una forte esigenza per questa tipologia di corso formativo, più volte espressa dai genitori anche attraverso una petizione dei rappresentanti dei Consigli di classe e del Consiglio d’Istituto, ed in considerazione della circostanza che la scuola ha la più elevata popolazione scolastica rispetto alle altre Scuole Medie dell’isola e quindi la più alta percentuale di richieste per l’indirizzo musicale, mai attivato, nonostante il superamento da parte degli iscritti delle prove orientativo-attitudinali predisposte da docenti esperti, nonché in considerazione della circostanza che sul territorio vi è una consolidata tradizione bandistica. Che risultano essere stati attivati a partire dall’anno scolastico 2021/2022 presso il Liceo Statale di Ischia nuovi percorsi formativi tra i quali spicca oltre al Liceo Artistico ed al Liceo Classico biomedico, anche il Liceo Musicale. Che sulla base della nuova istituzione del Liceo Musicale nell’Isola di Ischia, più urgente diviene la previsione di un corso ad indirizzo musicale nella Scuola Secondaria di I grado ”Giovanni Scotti” di Ischia in considerazione del fatto che rappresenta il più alto potenziale del bacino di fruitori di tale offerta formativa per la distanza minima che intercorre tra i due Istituti sullo stesso territorio del Comune di Ischia Porto ed al fine di assicurare la continuità didattica dell’indirizzo musicale; che con le iscrizioni di quest’anno degli alunni delle terze medie della S. Secondaria “G Scotti” al Liceo Musicale si verificherà una palese discrepanza e un enorme dislivello di competenze musicali tra gli alunni della “Scotti” e gli alunni di Scuola Media provenienti dagli altri Comuni dell’lsola dove da tempo è attivato l’indirizzo musicale”.

Una richiesta semplice, uguale a quella degli anni scorsi ma che quest’anno si è arricchita dell’istituzione dell’indirizzo “Musicale” presso il Liceo Ischia. Una richiesta che, però, l’Ufficio Scolastico Regionale ha bloccato. Sì, avete capito bene, dall’USR, ufficio che non ha nessun collegamento politico con il territorio e che non deve dare conto a nessun voto, hanno fatto sapere che non ci sarà nessun indirizzo musicale. Il perché è semplice.
A differenza degli altri indirizzi, per quello musicale è necessario prevedere un allargamento delle cattedre e c’è bisogno di assumere docenti specializzati in più. Una decisione economica che, ad oggi, non è stata presa né per il Liceo né per le Medie.
A Ischia non si suona. Però, in conclusione, una domanda ce la poniamo. Ma se un sindaco riceve “no” su “no” dall’USR e si vede la sua scuola media penalizzata rispetto alle altre, può, poi, esultare quando sul territorio si creano le condizioni per favorire altre istituzioni? Di solito no, ma a Ischia è così…

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Forio, vandalizzata la panchina rossa simbolo contro la violenza sulle donne

Anna Lamonaca | Tra pochi giorni sarà la festa della donna, ed in occasione di questa giornata commemorativa si...
- Advertisement -