Ischia: i test sono tutti negativi

0

Il responso finale dei test molecolari effettuati ieri pomeriggio al “Mazzella”, dice che i tesserati dell’Ischia Calcio sono “negativi” al Covid-19 e possono proseguire l’attività agonistica (restrizioni governative permettendo). Sospiro di sollievo per l’Ischia, anche se parziale visto che bisognerà attendere l’esito dei tamponi di ricerca RNA SarsCov-2 a cui saranno sottoposti nella giornata di domani i cinque calciatori posti in isolamento dall’Asl. «Oggi il gruppo squadra, staff tecnico e dirigenti hanno effettuato test molecolare e risultano negativi – si legge in una nota della società gialloblù riportata sui canali ufficiali –. Aspettiamo ora l’esito degli esami dei calciatori della Prima Squadra attualmente in isolamento ma siamo certi che vinceremo anche in quel caso: forza ragazzi, siamo tutti con voi!».

Trentadue i tesserati tra calciatori, staff tecnico, collaboratori e dirigenti, che si sono sottoposti al tampone in maniera volontaria «per accertarsi delle loro condizioni di salute», come sottolineato il giorno prima dall’Ischia nella conferenza stampa, indetta dall’Ischia Calcio soprattutto per sgombrare il campo da illazioni e supposizioni. La società presieduta da Emanuele D’Abundo, sempre scrupoloso quando si tratta della salute dei propri calciatori, della prima squadra così come del settore giovanile (le cui attività sono sospese fino a nuova disposizione, indipendentemente da quanto disposto dal Settore Giovanile e Scolastico), ha incaricato un laboratorio per sottoporre i tesserati al tampone. I test si sono svolti dal dottor Vincenzo Buono nella sala “A.Crispi” dello stadio. Il team manager Maurizio Pinto e il masseur Gennaro De Novellis i rappresentanti della società presenti all’interno della struttura medica. Il tampone molecolare oro/rino faringeo è pur sempre un test invasivo, qualche tesserato ha impiegato un paio di minuti per ristabilire le normali funzioni respiratorie (ma questo era da mettere in preventivo), mentre qualche altro è uscito dalla saletta come se nulla fosse accaduto. Meglio una brevissima sofferenza che continuare a stare col “pensiero”. Adesso tutti potranno riprendere ad allenarsi in vista della trasferta di Marcianise in programma molto probabilmente sabato, sempreché quest’oggi non arriverà la notizia della sospensione dei campionati dilettantistici regionali. La bozza del nuovo DPCM, che potrebbe andare in vigore dalla mezzanotte di oggi, sembra non fare sconti. Il tecnico Monti ha raccolto la disponibilità del gruppo che questa mattina presumibilmente recupererà la seduta rinviata venerdì.

Società e staff tecnico restano dunque in attesa dell’esito dei tamponi dei cinque calciatori gialloblù che la scorsa settimana ebbero contatti con il tesserato del Barano, partecipando ad una cena. Da quella serata sono passati praticamente undici giorni ma, secondo quanto si apprende da fonti dell’azienda sanitaria locale, i tesserati dell’Ischia non potranno riprendere la via del campo o svolgere le normali attività fino a quando non ci sarà l’esito del tampone (tra mercoledì e giovedì).

BARANO: 4 POSITIVI

I calciatori del Barano, in isolamento fiduciario da giovedì scorso, tra domani e martedì (in maggioranza), si porteranno al presidio ospedaliero di Lacco Ameno per sottoporsi al tampone. Al momento sono quattro i casi di positività nel Barano: un calciatore isolano e tre calciatori del continente, di cui uno non ha partecipato né all’ultimo allenamento pre-partita né al derby di sabato scorso contro l’Ischia. A differenza degli altri tre, uno è risultato positivo anche al test sierologico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui