fbpx

ISCHIA GREEN PASS FREE. Venerdì sit in di protesta al comune di Ischia

Gianni Vuoso: “In piazza perché non apparteniamo ad un gregge immune”. Anna Savarese: “Partecipo per non perdere la mia libertà”

Must Read

Ugo De Rosa | Il comunicato stampa del Comitato isolano “Ischia Gren Pass Free” dà appuntamento a venerdì 15 alle 11 in Piazza Antica Reggia per far sapere che anche fra gli ischitani molti sono contrari alla tessera verde e molti non sono ancora vaccinati. “Venerdì saremo in piazza- precisa Gianni Vuoso, che è uno dei fondatori del Comitato e promotore della manifestazione insieme a tanti altri—perché si sappia che tanti ischitani non appartengono al gregge immune da ogni visione critica, che tanti ischitani pensano con la propria testa e non vogliono subire il tallone del massone Draghi.

Il Green pass è solo un’arma ricattatoria, per costringere gli italiani a vaccinarsi; il problema è che non abbiamo nessuna sicurezza perché anche i vaccinati muoiono, si ammalano, sono infartuati e vengono colpiti dagli effetti collaterali più strani e pericolosi. Venerdì ci confronteremo in piazza, esporremo le nostre idee e la nostra posizione. Venerdì si troveranno uniti vaccinati e non vaccinati, ma tutti contro questa carta verde che sa tanto di tessera del fascio senza la quale non si lavora. Altro che Repubblica fondata sul lavoro. Qui siamo all’assurdo che un lavoratore è costretto a pagare tamponi su tamponi, che rischia di essere sospeso e senza stipendio. E ad Ischia già si contano vari casi.

I datori di lavoro sono minacciati di sanzioni se non controllano i propri dipendenti ma si sa che la sanzione scatta in presenza di una legge e al 15 ottobre siamo ancora con un decreto non con una legge. Colgo l’occasione per ricordare quanto scritto anche dal PMLI in un documento pubblicato da il bolscevico: Il green pass non può e non deve essere obbligatorio per l’esercizio dei diritti fondamentali, e se ciò vale per la mobilità e l’istruzione, diritti costituzionalmente garantiti, a maggior ragione vale per il lavoro la cui tutela costituzionale, come si è visto, è assolutamente primaria, né è ammissibile che siano introdotte sanzioni di alcun genere nei confronti dei lavoratori che siano restii a vaccinarsi per timore, diffidenza o indecisione, i quali semmai devono persuadersi spontaneamente con una doverosa opera di chiarimento e di persuasione da parte delle istituzioni, soprattutto quelle sanitarie, non certo con la forza, i ricatti, le minacce e le sanzioni. Lo Stato deve semmai farsi carico di fornire tamponi gratuiti ai lavoratori che non si sono ancora vaccinati o che non intendono vaccinarsi per scelta.

Per Anna Savarese, attrice di tutto rispetto nel panorama teatrale isolano, “nel nostro paese vogliono che ognuno si vaccini perché attraverso il vaccino si arrivi al green pass che è lo strumento di controllo di ogni cittadino. Io partecipo alla manifestazione di venerdì ad Ischia, perché ritengo di essere una cittadina libera e non voglio perdere né la dignità né la libertà. Colgo l’occasione per invitare anche gli altri ad essere presenti in piazza”.

4 Commenti

Rispondi a al Cancella la risposta

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Carabinieri arrestano 25enne per tentato omicidio. Dopo una lite accoltella il cugino, è grave

I Carabinieri della Compagnia di Ischia hanno arrestato per tentato omicidio un 25enne incensurato. Ieri nel tardo pomeriggio, i...