Ischia gioisce: ritorna Florio!

Il difensore è carico: «E’ un orgoglio ritornare a vestire la maglia gialloblù»

0

«Spero di contribuire a riportare l’Ischia lì dove l’ho lasciata». Quando un calciatore isolano, tifoso dell’Ischia per davvero, sull’aliscafo che lo sta riportando a casa dopo aver firmato negli uffici della Medmar alla presenza del presidente D’Abundo e del vice Buono, ti butta giù una frase del genere, due lacrime di gioia che bagnano la mascherina sono l’unica reazione possibile. Carnevale è trascorso da un bel po’, il 1° Aprile anche, dunque… è tutto vero: Florio torna a casa! Abbraccia il progetto gialloblù con una convinzione e una determinazione che solo chi conosce bene Filippo può immaginare.

Poco dopo le 17.30, il nuovo addetto stampa Salvi Monti ha annunciato al popolo gialloblù l’accordo tra la società e il difensore, cresciuto in una famiglia di sportivi (papà Giovanni discreto calciatore dilettante, mamma Monica nell’Ischia Pallavolo in serie B). «L’Ischia Calcio comunica di aver raggiunto l’accordo per il tesseramento del calciatore ischitano Filippo Florio. Florio, che attualmente era svincolato – prosegue il comunicato – è cresciuto nelle giovanili della società ed ha militato nella sua carriera in diverse società professionistiche e lo scorso anno ha fatto parte della Nazionale Italiana Universitaria disputando le Universiadi a Napoli. Il difensore ischitano si è detto felicissimo del ritorno ad Ischia: “Sono sempre stato tifoso dei colori gialloblu – sono le prime parole di Florio – per me tornare a vestire questa maglia è un orgoglio; mi sento uno del gruppo, sono a disposizione di mister Monti e so che dovrò sudare per guadagnarmi la maglia ma la gioia di poter dare il mio contributo all’Ischia per la scalata alla Lega Pro è enorme”. Il tesseramento di Filippo Florio è un altro tassello del progetto del presidente d’Abundo per la costruzione di una squadra in grado di competere per risultati sportivi adeguati alla storia e blasone gialloblu, con una rosa ed uno staff dirigenziale made in Ischia».

Filippo Florio ritrova Pistola e Rubino, gli unici calciatori facenti parte della rosa dell’Ischia in Lega Pro. Il difensore, dopo il campionato vinto nella fila del Pordenone e l’ultima stagione a Teramo, ha atteso una riconferma dal club abruzzese che non è mai arrivata. Il calcio professionistico o, per meglio dire, le nefandezze che si registrano in un campionato (la Lega Pro) assolutamente da riformare, stavano minando il morale di Florio che a 24 anni ha smesso di credere nelle promesse di presidenti, direttori e procuratori. Filippo per fortuna ha tanta voglia di scorrazzare sulla fascia, il presidente D’Abundo è stato bravo ad evitare che il difensore staccasse la spina, proponendogli di far parte dell’“Ischia Made in Ischia” che nel giro di un paio di anni deve sbarcare in serie D.

Anche i tifosi hanno ricordato con quanta amarezza Filippo Florio terminò la stagione 2015/16, l’ultima dell’Ischia nella terza serie nazionale. La ripartenza da Ascoli che lo girò alla Lucchese, poi tanta C in quattro piazze diverse. «Ritornerò per rivendicare quella maledetta retrocessione e l’annata disastrosa», è la frase che i sostenitori gialloblù hanno attribuito a Florio quando il vaso si ruppe e dei cocci nemmeno si avevano notizie. «Un vero leone e soprattutto un grandissimo tifoso gialloblù, ragazzo sempre umile, e gli va dato atto di non aver MAI dimenticato le sue origini e la sua squadra – scrive Ciro Curci –. Credo che la piazza sia entusiasta di questo grandissimo acquisto che fa capire (per chi ancora non lo avesse capito) il grande progetto che c’è in casa Ischia».

1’ PER PEPPE – Domenica prossima, prima dell’inizio di Ischia-Mondragone, sarà osservato un minuto di raccoglimento in memoria del dottor Peppe Ascione, storico tifoso gialloblù.

CAPRI, ALTRO RINVIO – A tutt’oggi sono 8 gli incontri del prossimo week end rinviati causa Covid-19. Per la precisione, 3 in Eccellenza e 5 in Promozione. Per il Girone A di Eccellenza, “spicca” il secondo rinvio di fila del Racing Capri che in casa avrebbe dovuto affrontare il Marcianise.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui