Ischia, Gianluca Saurino si avvicina

ECCELLENZA | PASSI AVANTI ANCHE PER IL PORTIERE DI CHIARA. Oggi pomeriggio incontro in sede con i calciatori per i rinnovi

0

Giovanni Sasso | Giorno dopo giorno, prende sempre più forma l’«Ischia Made in Ischia», come l’abbiamo ribattezzata vista la volontà della proprietà di disputare anche il campionato di Eccellenza con una rosa formata esclusivamente da elementi locali. Dopo i “preliminari” di sabato scorso, nella giornata odierna si comincerà a mettere nero su bianco. Nel pomeriggio, probabilmente presso la sede della società, sulla banchina a metà strada tra il Redentore e il terminal degli aliscafi, i calciatori che risultavano svincolati alla scadenza della passata stagione, rinnoveranno per quella 2020/21. Una volta raggiunto l’accordo sui rimborsi per l’annata che si è chiusa con anticipo per motivi che esulano da questioni sportive e per quella che è da poco iniziata, i protagonisti del salto di categoria potranno rituffarsi nella nuova avventura e cominciare a “mentalizzarsi” su quella che sarà l’annata che riporta l’Ischia Calcio ad un livello sicuramente più consono.

Come si ricorderà, alcuni calciatori da tempo stanno effettuando degli allenamenti personalizzati, seguiti quotidianamente da un preparatore atletico, per presentarsi nelle migliori condizioni all’accensione della nuova luce verde. A voler “sprintare” da subito, ci sono i confermati Arcamone, Sogliuzzo, Pistola e Ciro Saurino, i quali stanno mostrando grande professionalità. Una peculiarità che esula dalla categoria in cui si è impegnati. Tuttavia i compagni di squadra non è che stiano con le mani in mano perché, chi più, chi meno, ci si ritaglia un po’ di tempo per una corsetta o altro tipo di esercizi. Alcuni calciatori sono impegnati con il lavoro, ma possiamo assicurare che la voglia di ritornare a Fondobosso è altissima. Una volta varcato il cancello del “Mazzella”, la passione per i colori gialloblù, l’entusiasmo per la nuova avventura, creeranno i presupposti per un lavoro proficuo affinché la condizione sia già buona non tanto per il 13 settembre (prima di coppa) ma per il 3 o 4 ottobre quando si comincerà a fare sul serio.

Dunque la giornata odierna riveste un’importanza particolare perché i calciatori riconfermati dal tecnico Monti si legheranno di nuovo all’Ischia, sposando il progetto societario basato sulla continuità, sulla politica dello step by step, sull’investimento impostato per un campionato di transizione che potrà anche avere altri sviluppi. Di più se ne potrà sapere soltanto tra una quarantina di giorni quando cadranno i veli sulla composizione dei tre gironi dell’Eccellenza campana.
In questi giorni abbiamo presentato quelle che sono le novità principali del mercato gialloblù. Ce ne saranno sicuramente delle altre, ma nel frattempo i profili già definiti sono sostanzialmente tre: il ventiquattrenne difensore Alfredo Capuano, puteolano ma ormai “naturalizzato” santangiolese (ha giocato con Real Forio e Barano); l’esterno classe 2002 Yigrem D’Antonio, nella scorsa stagione quattro reti con il Barano; il ventunenne Massimo Di Meglio, centravanti dotato di un ottimo fisico, l’anno scorso al Real Forio dopo aver fatto parte precedentemente dell’Ischia. Per quanto riguarda il portiere da affiancare a Luigi Mennella, nelle ultime ore sono un tantino calate le quotazioni di Francesco Lamarra e aumentate in maniera evidente quelle di Gennaro Di Chiara. Il ventenne portiere bianconero potrebbe essere lasciato libero dalla società di appartenenza per proseguire il suo percorso di crescita. Il Barano, non ostacolando il giovane portiere, potrebbe ricevere qualche contropartita in chiave tecnica.

Si prospetterebbe quella collaborazione tra società isolane spesso auspicata ma per vari motivi non sempre avvenuta. Sono innumerevoli gli esempi di calciatori di prospettiva che negli ultimi decenni hanno dovuto rinunciare o ritardare l’auspicato salto di qualità. Salto che l’Ischia potrebbe decisamente fare con l’arrivo di Gianluca Saurino. L’attaccante ischitano si avvicina sempre più a casa. Le richieste di società lucane (e non solo) che vanno per la maggiore non gli mancano, ma Taglialatela si è sempre mostrato tranquillo ed è probabile che si riesca a raggiungere un accordo con la punta che dopo quattro anni ritornerebbe a giocare con il fratello Ciro. Per rinnovare l’appuntamento con il “gol in famiglia”, come avvenuto il 25 gennaio 2009: 1-2 ad Angri. Una data che resta scolpita nella storia dell’Ischia. Il 4 settembre 2016 il bis, quando, con la maglia del Real Forio, i due Saurino con un gol a testa espugnarono il campo della Sangiovannese. A differenza della stoica, a tratti commovente prestazione nella fanghiglia del “Novi”, si trattava pur sempre di una partita di coppa. Ma sempre buona per brindare…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui