martedì, Aprile 13, 2021

Ischia friabile… ancora | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 24 febbraio 2021

In primo piano

Alle 16.10 di ieri ero in una casa in Via Piano Liguori, un’oasi di pace dove anche l’antropizzazione che la racchiude tra le case popolari, il comprensorio cosiddetto “dei Carabinieri” e le diverse abitazioni circostanti non è riuscito ad intaccarne la pace, la salubrità e la sensazione di vivere in “un’altra isola” immersa nel verde.

Mentre lasciavamo il luogo, una delle persone che era con me attirava la mia attenzione verso un costone che in quel preciso momento stava franando. Assistevamo “live” a un ingente crollo di terra terminato in proprietà privata. A breve distanza, portandomi lungo la strada che sale verso la nota, omonima collina ischitana per capire se ci fossero stati danni a persone o cose, c’erano due uomini (una delle quali sedicente proprietaria dell’area) intenti a chiacchierare dell’accaduto, ben consapevoli di essersela scampata per un pelo. Uno dei due mi riferiva che proprio da oggi i rocciatori avrebbero cominciato la loro opera di messa in sicurezza, lavorando a spese dei proprietari e non del Comune, al quale ormai da un ventennio era stato segnalato lo stato di pericolo e che, in cambio, aveva provveduto solo a costruire un inutile muretto tuttora visibile.

Non mi stancherò mai di parlare della nostra “isola friabile”, parte integrante di una nazione che in da nord a sud presenta indici di rischio idrogeologico spaventosi, anche laddove -come spesso accade- l’abusivismo edilizio non c’entra un fico secco.

Il primo atto all’insediamento di uno dei sei sindaci locali renderebbe necessario notificare una diffida e messa in mora alla Regione Campania sull’indifferibile necessità di mettere in sicurezza i propri Concittadini dal ripetersi di eventi tragici come quello del 30 aprile 2016 all’Arenella. Non un semplice scarico di responsabilità, ma una vera e propria denuncia per porre in evidenza il punto cardine di un’agenda politica che si rispetti, anche se non portatore di voti “di pancia”.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Carmine continua pericolosamente lo sciopero della fame. I cresimandi si assembrano in cattedrale e non perdono il vizio

Gianni Vuoso | Quanti interventi, quante parole, quante decisioni assurde e discutibili. Viene voglia solo di restare in silenzio...
- Advertisement -