Ischia e il Liceo “senza” storia. Correggete questo sondaggio sul nome

2

Tra pochi giorni il “Liceo Statale Ischia”, ovvero l’unione del vecchio Liceo Classico “G. Scotti” e il Liceo Scientifico “Albert Einstein” si appresta a cambiare il nome. E lo farà con un sondaggio rivolto “alle Studentesse e agli Studenti, alle docenti e ai docenti”

Il preside Giampietro Calise lo annuncia così: «Il Liceo d’Ischia dal 2010 per disposizione normativa ha assunto la denominazione di Liceo Statale poiché il suo piano dell’offerta formativa propone più indirizzi liceali. A tale denominazione il sistema SIDI ha aggiunto il toponimo. Gli OO.CC. nel corso del 2019 hanno stabilito di dare un’intitolazione al Liceo Ischia selezionando 5 nomi di personaggi famosi, di indubbio valore culturale e significativi per la storia della nostra isola. Studenti e docenti sono chiamati a scegliere con un sondaggio il personaggio che a loro parere possa meglio rappresentare questa scuola. Ecco i nomi: Alfred Rittman, Benedetto Croce, Giorgio Buchner, Marie Curie, Vittoria Colonna. Agli studenti e ai docenti sarà consegnato un codice da inserire in un modulo google, appositamente predisposto, in cui indicare il nome gradito.  La consegna agli studenti avverrà a cura dei docenti di classe, che faranno firmare sull’apposito elenco per ricevuta. I collaboratori del ds provvederanno alla consegna ai docenti con le stesse modalità.»

Cinque nomi che meritano sicuramente. Alfred Rittman, Benedetto Croce, Giorgio Buchner, Marie Curie e Vittoria Colonna sono sicuramente dei nomi che hanno un valore storico indiscusso, ma credo e faccio il mio appello al preside Calise e alla presidente del Consiglio di Istituto, Daniela Scotti, di voler aggiungere, il nome di “Giovanni Scotti” e quello di “Albert Einstein” e ancora l’unione “Scotti – Einstein” come possibilità.

Una istituzione che supera gli uomini e che arriva alle “studentesse e agli studenti, alle docenti e ai docenti” con una storia fatta e scritta da tantissimi altri “studenti” e “docenti” merita rispetto. Almeno nella forma. Abdicare alla propria storia per il “toponimo” Ischia ha un valore sicuramente più alto rispetto a quello di pescare un altro nome che non ha nulla a che fare con quella storia. Un nome estraneo a tutto il percorso di quella istituzione. Fate in modo che tanti studenti di quest’isola continuino ad avere una traccia, un ricordo, un filo, un segnale. Non serve a nessuno spezzare questo filo. Un filo di ricordi, di passioni, di gioventù, di sogni, di amori nati tra i banchi di scuola. Non serve a nessuno scegliere tra Alfred Rittman, Benedetto Croce, Giorgio Buchner, Marie Curie, Vittoria Colonna. Il valore di un’istituzione è composto anche dal valore che questa lascia nei cittadini con cui si è interfacciata. E allora, conservate la storia. Fate in modo che molti di noi possano continuare a ricordare e indicare ai propri figli quale sia stata la loro scuola.

Abbiate il senso che la scelta che state assumendo oggi non ha un valore solo per l’oggi o per il domani, solo per quelli che tra poco lasceranno l’anonimo “Liceo Statale Ischia” e quelli di domani che si iscriveranno al NACP22000A, ma sia una scelta che tenga conto anche di quelli di ieri. Di tutti quelli che avevano, invece, un nome nel quale identificarsi.

2 Commenti

  1. Ma visto che vi piacciono tanto i nomi legati al terremoto ed alla radioattività chiamiamo “Somma Urgenza”. È sicuro che a tanti ischitani già piace!

  2. Considerato che le scuole si fanno concorrenza ….nell’accaparrarsi gli alunni..piuttosto che scegliere il nome di un personaggio famoso, sceglierei un nome che fa tendenza…tipo liceo statale UAO, oppure Liceo statale JAM. Un operazione di marketing di sicuro effetto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui