Ischia da lì su è tutto più bello, gran poker al San Sebastiano

0

Simone Vicidomini – Chi ben comincia è metà dell’opera. Inizia davvero con il botto il 2020 dell’Ischia. I gialloblu nella prima trasferta del nuovo anno, travolgono al “Paolo Borsellino” di Volla il San Sebastiano. Una vittoria importantissima, ma soprattutto tre punti d’oro che consentono per la prima volta in questa stagione ai gialloblu di comandare la testa della classifica, in virtù del pareggio del Pianura per 1-1 contro l’Ottaviano. E pensare che soltanto poche settimane fa nessuno ci avrebbe scommesso che la squadra di Monti avrebbe recuperato ben nove punti dal Pianura che viaggiava ad una media di punti straordinaria. Una striscia positiva quella degli isolani che finalmente hanno trovato la giusta quadratura ma anche nel cinismo e cattiveria in più che è mancata in qualche partita scorsa. La gara contro i vesuviani, ha visto un’Ischia faticare nella prima parte, dove è apparsa un po’ contratta, complice anche le forti raffiche di vento, anche se non ha rischiato davvero nulla. Proprio sul gong finale, primo dell’intervallo Castagna ha sbloccato il match con una grande conclusione che si è stampata sotto la traversa. Nella ripresa il San Sebastiano ha trovato il pareggio, anche forse in maniera fortunosa con un tiro dal limite di Giorgio che ha preso una strana traiettoria, complice anche il vento forte beffando Mennella. A cambiare l’inerzia dell’incontro e dare quella spinta in più a portare a casa i tre punti e sta senza ombra di dubbio l’ingresso in campo di Pistola che ha prima confezionato l’assist su una punizione che è valso il gol di Trofa per il nuovo vantaggio per poi trovare il gol personale su un assist al bacio del piccolo folletto Trani entrato anche lui. Nel finale di partita l’Ischia ha sprecato almeno due-tre palle gol nitide, con Castagna che poi ha messo in ghiaccio il risultato. Nel prossimo turno i gialloblu saranno di scena al Mazzella dove ospiteranno il Sant’Agnello, altra compagine che lotta per un posto nei play-off. 

LE FORMAZIONI- L’Ischia ha dovuto rinunciare ancora una volta a Sogliuzzo fermo ai box. I gialloblu sono stati schierati in campo da Monti con un 4-3-3 che ha visto Mennella tra i pali, la linea difensiva composta da Aiello, Chiariello, Monti e Accurso, il centrocampo con Buono, Saurino e Trofa (alla prima da titolare) in avanti Rubino al centro dell’attacco con Castagna e Invernini ai lati. 
Sul fronte opposto il San Sebastiano è stato mandato in campo da mister Castellano con questi 11: Testa a difesa della porta,più Perrino, Riccardi, Tufano, Lucignano, Micciche, Langella, Giorgio, Borrelli, De Marino e Imparato. 

CASTAGNA SUL GONG- Una partita iniziata con ben mezz’ora di ritardo, caratterizzata da un forte vento gelido di gennaio che ha visto le due squadre faticare nei primi minuti iniziali dell’incontro. Il primo squillo dell’incontro lo suonano i gialloblu al 13’ con un colpo di testa da parte di Invernini che viene murato all’ultimo, su un calcio d’angolo battuto da Castagna. Al 23’, sale in cattedra Castagna che va via a due avversari, avanza centralmente e dai venti metri va alla conclusione con la sfera che sorvola sopra la traversa. Al 27’, doppio cambio tra le file dell’Ischia: Saurino è costretto ad uscire per un problema al tendine (ad inizio partita il centrocampista già accusava un piccolo dolore) al suo posto Arcamone, fuori anche Invernini per Di Meglio Nicola. Al 42’minuto, anche i padroni di casa sono costretti al cambio forzato: esce Langella per infortunio al suo posto entra Prisco. Al 45’ minuto, arriva il gol che porta in vantaggio i gialloblu: lancio lungo dalle retrovie per Rubino che scambia nello stretto con Castagna, il numero 11 isolano si defila sull’out di sinistra e con un potente tiro insacca in rete bucando i guanti a Testa. Azione stupenda tra i due compagni di reparto. Finisce così la prima frazione di gioco sul risultato di 0-1 per l’Ischia. 

GIORGIO PAREGGIA, LUCIGNANO CHE INGENUITA’- La ripresa si apre con gli stessi ventidue della prima frazione di gioco. Al 51’minuto, il San Sebastiano incredibilmente al primo tiro in porta trova il gol del pareggio: Giorgio ha la meglio su un rimpallo dal limite dell’area, conclusione bella ed imparabile per Mennella che rimane fermo,con la sfera che si insacca in rete all’angolino basso. La reazione dei gialloblu è imminente. Al 55’ minuto, i vesuviani rimangono in dieci: intervento scomposto di Lucignano su Trofa nella metà campo, il difensore locale già ammonito in precedenza si becca il secondo giallo che gli vale l’espulsione. Mister Monti dalla panchina decide così di giocarsi la carta Pistola che rientra in campo dopo un lungo stop, al posto di Accurso con Buono che si abbassa a terzino. Proprio l’ingresso in campo dell’ex Barano da l’inerzia in più che serviva alla squadra. Al 57’ minuto, azione insistita degli isolani in area ospite con la sfera che carambola sui piedi di Rubino che si gira e conclude, ma il suo tentativo viene murato da un difensore. 

TROFA PRIMA GIOIA-  Al 61’ minuto l’Ischia passa nuovamente in vantaggio: calcio di punizione dal limite battuto da Pistola morbido sul primo palo, dove trova Trofa che tutto solo insacca in rete il gol dell’1-2. Il vantaggio galvanizza gli isolani che con il passare dei minuti schiacciano nettamente l’avversario nella propria metà campo, in virtù anche della superiorità numerica in campo. 

PISTOLA TRIS E POI CASTAGNA…- Al 76’ minuto, gli ospiti calano il tris: azione personale del neo entrato Trani che va via a più di un avversario con una serie di dribbling, serve Pistola appostato all’altezza dell’area di rigore che controlla ed insacca in rete. (Non poteva andare meglio di così un assist ed un gol per il suo rientro in campo). Il San Sebastiano prova la reazione d’orgoglio e al 82’minuto colpisce la traversa con la conclusione di De Marino. Successivamente l’Ischia ha l’occasione anche per arrotondare il punteggio sempre con Pistola che però viene colto in controtempo su un assist di Castagna a due passi sotto porta. Al 89’ minuto, ancora Castagna si ritrova a tu per tu con Testa che però incredibilmente spara alto sopra la traversa. Sul gong finale al 95’minuto, arriva il quarto gol che chiude de finitamente l’incontro: lancio lungo di Chiariello che trova Castagna che penetra nella difesa ospite, a tu per tu questa volta non sbaglia e fissa il punteggio sull’1-4. 

SAN SEBASTIANO 1

ISCHIA 4

SAN SEBASTIANO: Testa, Perrino, Riccardi, Tufano (84’Tarallo), Lucignano, Micciche, Langella (42’Prisco), Giorgio, Borrelli (66’ Di Matteo), De Marino (81’ Saiz), Imparato. A disp.: Esposito, Tarallo A., Blandi, Ranavolo, Nazzaro. All.: Francesco Castellano

ISCHIA: Mennella, Aiello, Accurso (56’Pistola), Saurino (27’Arcamone), Chiariello, Monti (81’ Di Costanzo), Invernini (27’Di Meglio N.), Buono, Rubino (72’Trani), Trofa, Castagna. A disp.: Di Meglio M., Esposito, Abbandonato, Trani C. All.: Giuseppe Monti

Arbitro: Luca Trapanese della sezione di Salerno (Ass.:Luca Arcella di Frattaggiore e Andrea Dicanio di Napoli) 

Reti: 45’, 95’ Castagna (I) 51’Giorgio (S) 61’ Trofa, 76’ Pistola (I) 

Ammoniti:Perrino, Lucignano, Giorgio (S) Mennella, Aiello, Arcamone (I)  

Recupero: 4’p.t., 5’s.t. 

Calci d’angolo:1-4 

Note: Al 55’ espulso Lucignano per doppia ammonizione 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui