Ischia, Barano e Real Forio: tutto in una notte

0

Tutto in una notte. O tarda serata, per i perfezionisti. Possiamo garantire che si tratta di pura coincidenza. La serata che è alle spalle si prospettava importante, anzi importantissima per le tre isolane di Eccellenza. Mentre il giornale va in stampa, Ischia, Barano e Real Forio avevano in programma incontri determinanti per la stagione sportiva che è ufficialmente iniziata tre settimane fa. Cominciamo dall’Ischia. Una volta confermati lo staff tecnico e la stragrande maggioranza dei calciatori della rosa 2019/20,  perfezionato gli acquisti del difensore Capuano, dell’esterno under D’Antonio e dell’attaccante De Luise, il dg Taglialatela aveva in programma un appuntamento con Gianluca Saurino per mettere a punto la trattativa intavolata dieci giorni prima. La squadra gialloblù ha bisogno di completare il reparto con un attaccante dalle caratteristiche diverse dai calciatori in organico, con esperienza e qualità tecnica. Un calciatore in grado inoltre di garantire un determinato numero di reti ma anche di infiammare la platea con le sue prodezze. Inoltre, il tecnico Monti sta predisponendo l’organico definitivo da sottoporre al direttore generale. Con i nuovi arrivi (tre più Saurino se si raggiungerà l’intesa, senza dimenticare il portiere), la rosa gialloblù è cresciuta a gioco forza qualche “esubero” dovrà trovare collocazione presso altra società. Ciò non significa che debba essere per forza qualche over a essere ceduto. E’ possibile che qualche ragazzo del settore giovanile che si è messo in evidenza o qualche under che nella passata stagione ha trovato poco spazio sia appetito dalle altre società isolane. In entrata, oltre al più giovane dei fratelli Saurino, anche un portiere da affiancare a Mennella, al suo ultimo anno della lunga quanto importante carriera. C’è fiducia circa l’arrivo del ventenne Di Chiara, portiere del Barano, ma di concreto non c’è ancora nulla.

QUI BARANO – Rinviata a ieri sera l’assemblea societaria per l’elezione del nuovo presidente. Un problema di carattere familiare avrebbe impedito a Massimo Buono di essere presente all’importante seduta dirigenziale del Barano Calcio in programma ,martedì. A meno di clamorose novità, sarà proprio Buono il successore di Giosi Gaudioso, uno dei presidenti più longevi del Barano Calcio (impossibile non ricordare l’epopea di Benito Buono e Beniamino Mennella che salvò gli aquilotti dal baratro). Il professore, entrato ufficialmente nella società bianconera diciassette anni fa, evitandone la scomparsa o quanto meno il trasferimento del titolo sportivo nella vicina Ischia, continuerà a dare il suo contributo.

QUI FORIO – Da diversi giorni stiamo scrivendo che la situazione societaria del Real Forio non è critica, bensì criticissima. La scorsa settimana è stata interlocutoria, ci sono stati degli abboccamenti con alcuni imprenditori sollecitati dal sindaco Franco Del Deo che è sempre più la figura determinante per garantire un futuro alla squadra biancoverde. Con trascorrere dei giorni, sono emersi alcuni profili imprenditoriali che a vario titolo hanno già dei trascorsi nel sodalizio foriano. Alcuni potenziali sponsor o persone coinvolte in maniera diretta nelle vicende societarie, si erano dati appuntamento a ieri sera per comprendere meglio la portata della collaborazione col Real Forio. Luigi Esposito su queste colonne è stato assai chiaro: se entro il 28 luglio la situazione sarà ancora di stallo, c’è il concreto rischio di dover disputare il campionato con zero possibilità di salvare la categoria

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui