Io sono… un sognatore | #4WD

Daily 4WARD di Davide Conte del 14 febbraio 2020

0

La puntata di “Porta a Porta” di mercoledì, che ho seguito fin quando le braccia di Morfeo non mi hanno letteralmente placcato, aveva tra gli ospiti il mitico Peppino Di Capri. Si parlava di Sanremo e, a un certo punto, Bruno Vespa gli ha chiesto di andare al pianoforte per eseguire alcuni tra i suoi successi presentati nel corso delle sue partecipazioni al Festival rivierasco.

Nonostante le condizioni di voce del noto artista nostrano non siano più esattamente quelle di una volta, devo dire che sono comunque rimasto colpito dalla sua interpretazione unplugged de “Il sognatore”. Si tratta di un brano a cui sono molto legato e non solo perché mi ricorda i tantissimi concerti di Peppino che ho seguito sin da quando avevo otto anni ad oggi, ma perché spesso mi identifico in quel modo di pensare, ripetendo alle persone care con cui vivo o semplicemente frequento che “sognare è gratis. Guai a chi vuole impedirvi di sognare”.

Amici miei, è proprio così: la facoltà di sognare è un bene prezioso di cui dovremmo essere particolarmente gelosi, specialmente in una quotidianità che tende ad azzerare gioie ed emozioni come se rappresentassero un bene superfluo e non il condimento più speciale della nostra esistenza; un supporto ad uno stile di vita che sembra ricordarci il vecchio adagio napoletano, che recita: “Truòvete ‘u ‘bbene, pecché ‘u ‘mmale vene sule isse”.

Ecco perché mi emoziono sempre un po’ quando sento una strofa di quella canzone senza età, scritta da due grandi parolieri come Depsa e Toto Cutugno, in particolare, quando dice: “Son diventato un sognatore, e chi ha letto le mie carte, ha scoperto che un destino non ce l’ho. E come fanno i sognatori, riesco a mettermi da parte, mentre il mondo mi continua a dire no. Tra mille anni ci sarà chi parlerà dei sognatori, come animali del passato che mangiavano emozioni. Tra mille anni o tra due ore, ma lasciatemelo dire: io resto un sognatore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui