“Io non posso ma tu resta a casa”. L’appello degli infermieri del Rizzoli

0

Guanti, tuta, mascherina. Protezioni che vanno cambiate spesso durante i turni, lunghi ed intensi. Ecco il personale del Rizzoli di Lacco Ameno in alcune foto di Veronica Zabatta la quale, attraverso Facebook, lancia un forte appello-

“Non vi lamentate – scrive Veronica – di stare belli comodi in casa con la tuta stravaccati sul divano. Io come tanti miei colleghi facciamo queste vestizioni almeno due o tre volte ogni turno di lavoro in reparto senza lamentarci ma dando tutto noi stessi per aiutare.
Quindi STATEV A CAS!!!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui