Io mi becco il Covid. Sicuro. Eppure… | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 05 settembre 2020

0

Nella ripresa dei contagi post-vacanzieri in Italia, la Sardegna ha rappresentato sicuramente il principale focolaio, mietendo vittime anche illustri tra i suoi visitatori, abituali e non. Abbiamo letto di Flavio Briatore e Silvio Berlusconi come di tantissimi semplici turisti passati per le forche caudine della Costa Smeralda, ritornati alle proprie abitazioni con il Covid addosso perché incapaci di resistere al fascino di una regione splendida e di una mondanità luxury quasi inimitabile in Italia.

Eppure, nonostante l’evidenza dei fatti, la reazione dei sardi non si è fatta attendere. Solo ieri ho assistito ad uno spot televisivo sulle principali reti nazionali (d’estate, come tutti, sono poco dedito alla tivù), commissionato e diffuso dalla Dinamo Banco di Sardegna Sassari, squadra di massima serie del basket nazionale, la cui iniziativa è stata immediatamente sposata dall’Assessorato al Turismo della Regione Sarda.

Lo spot insiste sull’hashtag #SardegnaSicura (che alla luce dei fatti è tutto un programma), mostrando immagini suggestive sopra e sotto il mare, accompagnate dalla voce calda dell’attrice Lia Careddu che conclude il suo intervento con un invitante “Scegli la Sardegna. Vai sul sicuro.”, cedendo la scena solo nel finale, laddove è uno dei tre testimonial della Dinamo (l’allenatore Pozzecco e i due cestisti Spissu e De Vecchi) a recitare il closing “Io le vacanze le passo in Sardegna. Sicuro.

Siamo tutti pronti a riconoscere che la legge costituzionale del ’48, che attribuì anche alla Sardegna l’autonomia derivante da uno statuto speciale, rappresenti di per sé una fonte quasi inesauribile di risorse e decisionismo. Tuttavia, tenendo conto dei fondi europei che toccano anche la Campania, emerge palese la differenza tra imprese e presidenti capaci e intraprendenti fino a sfiorare la pubblicità ingannevole pur di tutelare l’economia regionale e, altri, attenti solo ad inscenare o subire inutili sparate elettoralistiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui