Investire in alcolici e superalcolici, quanto rende il mercato?

0

Whisky e vino rappresentano le voci di punta di un settore economico dal grande potenziale, ma come fare a stimare il valore di una bottiglia?

Ci sono due modi per investire in alcol, partecipando alle attività dell’impresa produttrice in qualità di azionista, oppure acquistando bottiglie pregiate. Sono noti come sin stock, sono gli investimenti in capitale azionario di compagnie appartenenti a settori “non etici”. Comprendono, cioè, quelle società per azioni la cui attività principale riguarda la produzione di alcolici, tabacchi o il gioco d’azzardo.

Un altro modo di investire il proprio denaro è acquistando beni mobili di valore. In questo caso, le collezioni di vini o di distillati pregiati come il whisky o il rum, possono rappresentare un vero tesoro.

Investimenti ad alto rendimento

Chi ha ingenti capitali a disposizione conosce l’importanza di destinarli a investimenti profittevoli perché il loro valore cresca nel tempo. Si tratta di una pratica che si può declinare in tante diverse maniere. Spesso dipende dall’esperienza e dalle conoscenze personali dell’investitore. Infatti, il rischio di perdere in parte o interamente il capitale è sempre dietro l’angolo e deve essere aggirato con astuzia.

In alcuni casi, si sceglie di investire nelle cosiddette sin stock. Si tratta di azioni emesse da aziende direttamente coinvolte nella produzione di beni di consumo e servizi considerati, per certi punti di vista, “peccaminosi”. L’industria del porno, il gioco d’azzardo, ma anche il tabacco e gli alcolici come i superalcolici fanno di gran lunga parte di questo genere di investimento.

Perché sono così richiesti? Facile, fanno leva sulle debolezze degli esseri umani e sulla tendenza a sviluppare dipendenze incontrollabili. Come risultato si ha una tendenza costante alla produttività di questi settori che non sono soggetti a cicli come a qualsiasi altro settore produttivo. Una manna dal cielo per gli azionisti? Non proprio, questo settore appare comunque soggetto a scarsità di liquidità perché più sensibile alle reticenze da parte degli investitori che non ritengono etico arricchirsi sulle debolezze altrui.

Acquistare botti o bottiglie di valore

Diverso è il caso se si investe acquistando beni mobili e quindi le bottiglie o in alcuni casi persino le botti di un’annata speciale. Si tratta di un settore di nicchia, che richiede un’elevata competenza e i contatti giusti per stimare correttamente il valore di una bottiglia, prevederne la crescita del valore commerciale e ottenere così il rendimento sperato al momento giusto.

A seconda dell’annata, delle caratteristiche della vendemmia e della produzione di un vino in maggiore o minore quantità, i vini acquisiscono un preciso valore sul mercato. Questo cresce se la bottiglia viene conservata in perfetto stato con passare degli anni. Un buon vino può invecchiare per decenni rappresentando una vera miniera d’oro.

Lo stesso vale per i superalcolici come il whisky in particolare lo scozzese, oppure il rum. In questo caso le distillerie producono numeri limitati di barili, così da calmierarne la disponibilità sul mercato e far sì che il prezzo si mantenga alto per i prodotti di maggiore qualità.

Come stimare il valore delle bottiglie

Questo tipo di investimento richiede una competenza molto specifica e una grande attenzione verso fattori che esulano la bevanda in sé. Elementi climatici, la lavorazione, il tipo di lavorazione, il relativo processo di affinazione e quindi la conservazione concorrono ad accrescere il valore finale di un prodotto.

Sono informazioni importanti che i veri appassionati imparano a dominare e che si rivelano essenziali per fare le giuste previsioni in vista di un investimento. Il vero collezionista, dunque, acquista e rivende i pezzi più rari da cui è disposto a separarsi. Sul portale https://moltoraffinato.it è possibile trovare una selezione delle migliori bottiglie e le indicazioni da seguire per iniziare ad appassionarsi a una materia ricca e avvincente.

Conservare in perfetto stato il proprio investimento

Una volta acquistata la bottiglia sarà necessario assicurarsi che mantenga inalterate le caratteristiche organolettiche. Trattandosi di un prodotto soggetto a deperimento, non si può dire che sia paragonabile all’oro come bene rifugio. Infatti è importante conoscere a fondo le condizioni ottimali di temperatura e umidità che permettono alla bottiglia di mantenersi intatta e di maturare col passare degli anni.

Elementi come il tipo di tappo o la bottiglia, concorrono a loro volta a rendere più o meno agevole la conservazione ottimale del prodotto. Allestire delle cantine nelle nostre case può non essere così semplice. Per questo i veri intenditori si dotano di frigoriferi speciali che mantengono le bottiglie sempre a temperatura costante. Così i preziosi sono al riparo dalle escursioni termiche che si registrano nelle nostre case, tra il giorno e la notte, oppure dalla luce che filtra dalle finestre.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui