domenica, Giugno 20, 2021

IMMIGRAZIONE: OCEAN VIKING, MSF “356 VITE CHIEDONO UN PORTO SICURO”

In primo piano

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) (ITALPRESS) – Conclusa l’odissea degli 83

migranti a bordo della Open Arms (che ha fatto sapere di aver vinto il secondo ricorso al Tar) fatti sbarcare la notte scorsa a Lampedusa dopo l’intervento della Procura di Agrigento che ha

disposto il sequestro della nave della ong spagnola, resta aperto

un altro caso. In alto mare tra la Sicilia e Malta si trova, da 12 giorni con 356 persone a bordo, la Ocean Viking, gestita in

collaborazione da Sos Mediterranee ed Msf – Medici Senza Frontiere. “Le persone salvate da #OpenArms sono finalmente al sicuro sulla terraferma dopo le inutili sofferenze in mare – scrive Msf su Twitter -. L’Europa deve urgentemente agire e porre fine al blocco degli sbarchi che ancora oggi lascia 356 uomini, donne e bambini vulnerabili sulla #OceanViking in mezzo al mare”. Ed in un altro tweet di Msf – Medici Senza Frontiere si legge:”Abbiamo a bordo 356 sopravvissuti, 356 vite che chiedono umanità. Abbiamo bisogno al più presto di un porto sicuro di sbarco”.

(ITALPRESS).


- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

DESIDERIO MUSTAKI’. Francesco Mattera: «Mi corteggiano come se fossi una diciottenne, ma non ho ancora deciso con chi schierarmi»

La campagna elettorale di Serrara Fontana. Il popolare tifoso della Ferrari contesto dal gruppo di Rosario Caruso e dal quello di Cesare Mattera
- Advertisement -