Il Rio Corbore colpisce ancora: «Il mare del Lido marrone e puzzolente!»

4

Ci risiamo! Nel pieno di una estate già problematica, ecco che gli scarichi del Rio Corbore tornano ad inquinare il mare del Lido di Ischia. Il racconto di alcuni bagnanti è emblematico di come si vuol fare turismo senza preoccuparsi di risolvere problemi annosi e ben noti: «Mentre facevamo il bagno in un mare cristallino, si è improvvisamente aperto questo scarico che ininterrottamente per almeno 20/25 minuti ha riversato acqua marrone schiumosa e puzzolente. La spiaggia in pochi minuti è stata sommersa da questa schifezza, così come il mare è diventato di un colore completamente marrone e pieno di una schiuma che si è diffusa velocemente lungo tutto il lido».

Si può facilmente immaginare la reazione di tutti coloro che hanno avuto la sfortuna di assistere all’indecente spettacolo. Addio bagno rinfrescante!

Gli scarichi fognari abusivi nell’alveo del Rio Corbore, che dovrebbe raccogliere solo acque piovane, sono come detto un fatto notorio da decenni. Eppure ogni anno si ripresenta lo stesso scenario. Assenza di controlli da parte di chi dovrebbe appunto controllare e punire chi scarica abusivamente. E così accade che in una giornata di sole improvvisamente un’acqua cristallina come descritta dai nostri lettori, venga invasa da liquami fetidi. Uno scandalo, l’ennesimo.

4 Commenti

  1. Io credo che il fatto sia collegato alla rottura della condotta idrica ai Pilastri,che ha perso qualche decina di metri cubi di acqua.Di conseguenza e’ arrivata a mare acqua,fango,fanghi di varia natura ecc.ecc.Chissa’ se i nostri amministratori sanno che e’ possibile pulirla questa condotta che parte appunto dai Pilastri,attraversa via Michele Mazzella ed arriva fin giu’al Parco Aurora.

  2. Chi vive in zona come me, e ha la “fortuna” di passeggiare diverse volte al giorno, d’estate e d’inverno, in primavera e in autunno per il lungomare sede dei grandi Hotel stellati della Città di Ischia, sa bene che quando si arriva all’altezza dell’Hotel Parco Aurora è cosa saggia turarsi il naso per qualche decina di metri (sempre che non ci siano venticelli marini) ed evitare di gettare lo sguardo verso il mare per ammirare il panorama. poiché la PUZZA nell’aria e la SCHIFEZZA nel mare sono SEMPRE intollerabili, a tutte le ore del giorno e della notte.
    Posso confermarlo anche sotto giuramento!

  3. Ma è allucinante in un sito così turistico! Per chi ha speso soldi per organizzarsi la vacanza lì, dev’essere stato un vero choc…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui