martedì, Giugno 15, 2021

IL PARMA BATTE IL FROSINONE IN COPPA ITALIA, AGLI OTTAVI C’È LA ROMA

In primo piano

PARMA (ITALPRESS) – Il Parma fatica ma ha la meglio in extremis sul Frosinone nel match del quarto turno di Coppa Italia. Al Tardini finisce 2-1 per effetto dei gol di Siligardi nel primo tempo, di Trotta che aveva momentaneamente pareggiato i conti e del rigore di Hernani che ha riportato in vantaggio i crociati in pieno recupero. I padroni di casa accedono così agli ottavi di finale, dove affronteranno la Roma, ciociari di Nesta invece eliminati ma al termine di una prestazione positiva, soprattutto nella ripresa. Massiccio turn over varato da Roberto D’Aversa e in attacco con Adorante e Sprocati c’è il separato in casa Siligardi – fuori dalla lista per il campionato – che al 20′ sblocca il match con un gol dei suoi: l’esterno trentunenne riceve palla sulla fascia destra, converge verso il centro e dal limite dell’area fa partire un mancino a giro che non lascia scampo a Iacobucci. I ciociari cominciano a uscire dal guscio soltanto dopo la mezzora sul cronometro ma non riescono a concludere da posizione pericolosa. Al 20′ della ripresa Hernani su punizione dal limite chiama Iacobucci a un grande intervento, ma sei minuti dopo arriva il pareggio – un po’ a sorpresa – del Frosinone: Eguelfi pesca con un cross dalla trequarti Marcello Trotta, abile a girarsi per poi battere Colombi da pochi passi. In pieno recupero Kucka viene trattenuto per la maglia in mischia e per Dionisi non ci sono dubbi. L’arbitro abruzzese assegna il calcio di rigore e Hernani non sbaglia, scongiurando i supplementari e regalando la qualificazione al Parma.
(ITALPRESS).

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

SILENZIO D’ANGELI. E’ estate, il commissario di Serrara Fontana sospende le attività edilizie: non bisogna fare rumore

Serrara Fontana: il divieto vale solo per i privati e non per gli Enti pubblici. Nel borgo di Sant’Angelo tutto fermo dal 10 giugno al 30 settembre, nel resto del territorio comunale dal 1 agosto al 15 settembre. Nel mirino anche le attività di svago rumorose. Evidenziata la necessità di garantire la tranquillità di turisti e residenti
- Advertisement -