Il Napoli, questo sconosciuto | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 21 gennaio 2020

0

Il disastro che il Napoli di Gattuso sta continuando a perpetrare a danno della tifoseria partenopea è sotto gli occhi di tutti e non merita attenuanti. Ma soprattutto, io credo che oggi sia evidente più che mai non tanto la fine di un ciclo societario, ma il modo balordo in cui questa conclusione si stia verificando.

Per qualsiasi semplice osservatore calcistico di buona volontà, non necessariamente per un esperto, oggi non esiste altra spiegazione razionale: la pur virtuosa gestione dell’era De Laurentiis, che ha riportato in auge il Napoli fallito ma tenendosi costantemente disinteressata per tre lustri dall’obiettivo sportivo in quanto attenta esclusivamente a quello aziendale, non aveva altra strada per smembrare la rosa che vendere i suoi elementi migliori, o metterli in condizioni di andarsene finanche avversando in campo le sorti della propria squadra; e lo ha fatto portando i tifosi a odiare i loro beniamini, facendoli diventare repentinamente gli unici responsabili della disfatta e non correi di una società che nulla ha fatto (anzi) per evitare lo sfacelo provocato nel dopo-Sarri dalla gestione Ancelotti, che oggi non trova soluzione neppure dopo il cambio di allenatore. Del resto, a cosa serve cambiare il calesse, se i cavalli non hanno più forza (o voglia) di trainarlo e il padrone non ha nessuna intenzione di rimetterli in sesto?

Nulla conta perdere milioni restando fuori dalle competizioni europee, perché vendendo i gioielli di famiglia si incassa molto ma molto di più, magari giustificandosi con la necessità di rifondare la squadra, ma probabilmente avendo già in serbo la volontà di vendere tutto al più presto e magari andare a fare la stessa cosa con il Bari.

La domanda sorge spontanea: ma alla fine della fiera, meritavamo proprio un momento così inglorioso?

Intanto, cari Lettori, stasera al San Paolo arriva la Lazio e una squadra scassata e demotivata più del suo stesso pubblico va a giocarsi l’ultimo obiettivo di stagione, prima che in prospettiva restino solo da conquistare i punti-salvezza. E domenica, poi, arrivano “quelli là”. E che ne parlamm a ‘ffa!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui