fbpx

Il Mattei sempre più proiettato nel futuro

Must Read

Anna Di Meglio Copertino | Scuola è ponte. Fra passato e futuro. Fra realtà e progettualità. Fra nucleo familiare e società. Fra infanzia ed età adulta. Fra individuo e collettività. Fra esigenze e sogni. Fra monade e mondo.

L’I.T. “E. Mattei” ha, per sua natura culturale, una vocazione fortemente proiettata nel futuro. Non si limita cioè a essere al passo con i tempi, ma si spinge a costruire tempi nuovi. Non ha mai, nemmeno quando una certa visione borghese imponeva i suoi canoni, puntato a una rappresentazione di sé in termini elitari, conciliando pragmaticità e visionarietà in una ideologia improntata a garantire pari opportunità.

Oggi i suoi indirizzi rappresentano naturalmente il “ponte”, di cui si diceva in apertura. Dall’AFM, con SIA, biforcantesi in curvatura internazionale o sportiva, al Cat, al Sistema moda, all’Elettronico, a quello Informatico, al Biotecnologico sanitario e ambientale: questi canali raccolgono esigenze territoriali e inclinazioni individuali e, al tempo stesso, contribuiscono a creare il cambiamento.

La peculiarità del “Mattei” consiste nell’approccio, come anticipato, pragmatico e visionario al tempo stesso. La tecnologia come strumento e linguaggio, per conoscere e modificare il mondo, sulla base di capacità progettuali che concilino visione geopolitica ed economica con passione ideologica e culturale in senso ampio.

Un approccio moderno, costruito sulla base di professionalità, abituate ad agire osmoticamente fra loro, fra discipline diverse, fra indirizzi diversi, fra microcosmi diversi, come pure di competenze e valori, quali appunto il rispetto della diversità stessa.

Non a caso la crisi innescata dalla pandemia, che ha spazzato via rapidamente punti di riferimento, schemi, consuetudini e visioni, ha anche trovato nel “Mattei”, pur nella sua piccola realtà e dimensione locale, e con tutte le enormi difficoltà del caso, una struttura in qualche modo “pronta” a esperire modalità didattiche alternative, agevolata dalla elasticità del proprio impianto culturale e dagli strumenti tecnologici già a sua disposizione, almeno come piattaforma di fondo.

In una realtà in continuo cambiamento e con derive socioeconomiche frutto di politiche miopi o sbagliate, il “Mattei” guarda a dimensioni lavorative altre, con modalità che ne garantiscano la realizzazione in una prospettiva non meramente locale o nazionale, ma globale.

Altro aspetto fondamentale è la cura del percorso individuale dell’alunno, volta a garantire pari opportunità, con un sistema di sostegno, motivazione, recupero, divenuto negli anni un fiore all’occhiello della nostra comunità.

La scuola è PONTE e il “Mattei” aiuta a raggiungere o costruire sponde per un futuro sostenibile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Carabinieri arrestano 25enne per tentato omicidio. Dopo una lite accoltella il cugino, è grave

I Carabinieri della Compagnia di Ischia hanno arrestato per tentato omicidio un 25enne incensurato. Ieri nel tardo pomeriggio, i...