fbpx

Il Dispari fa “pari” a Forio InChiostro. Andrea Esposito e Patricia O’Mahony

Appuntamento domenica 5 settembre e sabato 11 settembre per conoscere meglio due autori isolani che raccontano la nostra isola in chiave noir e in chiave fantasy. Due eventi targati “Il Dispari”

Must Read

Un libro è uno strumento di indescrivibile valore, un portale verso nuovi mondi, uno specchio della nostra società e, soprattutto, è Vita e Cultura.
Uno strumento anzi, per dirla con un termine che più identifica il concetto, è un “tool” che ben racconta la creatività degli autori e che fornisce al lettore inimmaginabili opportunità di crescita culturale e sociale.
Ben lo sanno, e lo vedremo a breve, gli autori che vi presentiamo oggi, anzi che già conoscete grazie alle colonne de nostro giornale. Due autori dal background diverso tra loro ma che hanno in comune vari punti importanti: Ischia, il Dispari e la partecipazione a InChiostro, il festival cultural-teatrale che caratterizza l’intero mese di settembre presso il Chiostro in Piazza Municipio a Forio.

Parliamo di Andrea Esposito e Mary Patricia O’Mahony, autori, anzi creatori, di due dimensioni letterarie che vedono la nostra isola come scenario.
Con Andrea Esposito, che sarà protagonista di una particolare presentazione presso il chiostro di San Francesco nel Vecchio Municipio di Forio domenica 5 settembre alle ore 19.30 verrete catapultati nell’anima “noir” della nostra isola.

Andrea Esposito, giallista isolano tra i più noti e apprezzati (ultimo racconto “Il Buio non esiste”, MZ Lab & il Dispari editori, oltre 4000 copie) farà un excursus tra i suoi racconti piu’ celebri, dal primo pluripremiato “Il paese nasconde” (primo romanzo ambientato interamente sull’isola ed a Forio d’Ischia), da “Nero Paradiso” (dove compaiono per la prima volta i personaggi della famiglia Costanzo e gli antieroi del clan Montella, che i lettori hanno imparato ad amare), passando per “Graticola” (col quale inizia la collaborazione con l’attuale editore) fino al suo sequel “Sangheturc”, dove torna a raccontare la sua Forio, in uscita per fine anno ma con una piccola, speciale anteprima, per chi sarà “sotto al chiostro”. Insieme a lui, il direttore Gaetano Di Meglio lanciò dalle pagine di questo quotidiano una “cattivissima” intuizione, il personaggio di “Ciro Carbone”, commissario a capo della polizia sull’isola, pessimo elemento lontano anche dallo stereotipo dello sbirro bello e dannato come Marlowe o Bosch. Carbone è pessimo e basta, usa male pc e cellulare, è corrotto ma non troppo, è lupo con le pecore e pecora tra i lupi, beve fuma e usa sporadicamente per se stesso una parte di quello che sequestra…di qualsiasi cosa si tratti. Eppure il cattivo poliziotto ha fiuto e intuito e i lettori, manco a dirlo, lo hanno amato da subito.

I racconti di Esposito piacciono proprio per questo: ci danno l’alibi per essere come siamo, anzi tiriamo un sospiro di sollievo perché in fin dei conti siamo meglio di lui. Carbone è l’immagine speculare di noi stessi. Questo ci turba ma nello stesso tempo ci aiuta ad accettare la realtà così come è, invece di come vorremmo che fosse. Il Noir è esattamente questo: nato come un sottogenere letterario del giallo, oggi è divenuto una vera e propria scelta, raccontare la realtà senza infingimenti e concessioni alla redenzione compassionevole, a volte cruda ma altre meravigliosa e luminosa, a volte terribile e paurosa e altre divertente e allegra, la vita così come è.

Sabato 11 settembre alle ore 19.30, invece, sempre presso lo storico chiostro, sarà la volta del primo appuntamento “live” di presentazione del primo capitolo della saga “Le Cronache del Castello su una Roccia” scritto da Mary Patricia O’Mahony e edito da Il Dispari.
Isolana per amore, Patricia vive da tantissimi anni sulla nostra isola e, studiandone approfonditamente la storia, ha deciso di scrivere un romanzo stotico-fantasy ambientato sull’isola di Ischia. Protagonista delle vicende è l’intera isola e non solo.

Vi sono storie di Cavalieri, Vichinghi, Romani e di Lyunika, il misterioso custode del Castello Aragonese sull’isola di Ischia. Tra le pagine dei primi due capitoli della saga (il primo li contiene entrambi) si scoprirà la storia dell’isola seguendo lo strano destino che attende il giovane Cavaliere Ospedaliere Sir Geoffrey de Mortimer il quale, con la protezione di Lyunika, il Custode del Castello sulla Roccia, si imbarcherà in missioni e viaggi nel tempo, nei quali avrà bisogno di tanto coraggio, di spirito di sacrificio, di imparare a fidarsi degli altri e a credere in sé stesso. Saranno missioni particolari, che evolveranno in storie intriganti dove la Fiction Storica si mescola a Magia e Superstizione.

E sarà anche una presentazione molto particolare in cui non mancheranno colpi di scena.
Vi aspettiamo quindi per i due appuntamenti letterari targati IL DISPARI all’interno del calendario di eventi del festival InChiostro a Forio. Non mancate

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Nucleo di Valutazione a Ischia, da Pasquale a Pasquale

E per il comune di Ischia inizia il dopo Pasquale Saurino nel nucleo di valutazione nel segno di Pasquale....