Il cantautore Simone Costa alla 33^ del Festival di Sanremo Rock

0

Elena Mazzella | E’ ufficiale: a rappresentare Ischia alla prossima edizione di Sanremo Rock per la regione Campania, sarà il cantautore Simone Costa.  Ad annunciarlo in questi giorni è il sito ufficiale della manifestazione:

“Simone Costa, cantautore i cui testi e musiche rappresentano un saliscendi di emozioni. Un insieme di personaggi con storie viscerali di un tempo traditore e di una umanità mutevole fatta di violenza, dolore, rimpianti ma anche di amore e speranza in un futuro quasi sempre incerto. Rilascia le sue prime interviste presso il quotidiano dell’Isola d’Ischia “Il dispari” e presso il programma radio “Voices inside my head” parlando dell’esperienza avvenuta con i Marlene Kuntz e presentando un nuovo brano dal titolo Julien”. Ecco come viene descritta la giovane promessa ischitana nel panorama musicale nazionale, citando tra l’altro la nostra testata che pubblicò in esclusiva una sua intervista.

Ed ora, dopo questa bellissima notizia, il futuro di Simone è sicuramente certo: chitarra in spalla e tanta musica nel cuore calcherà le scene del prestigioso palcoscenico di Sanremo per proporre al grande pubblico le sue particolari e sensibilissime composizioni musicali. Reduce dal successo ottenuto lo scorso mese di ottobre quando, vincitore del contest lanciato dal gruppo dei Marlene Kuntz, vide proiettata durante il concerto della band la sua versione di “Cometa “ più il suo brano inedito “Lieto Fine”  durante il concerto nella data romana della band il 10 ottobre, non è certo passato inosservato agli addetti ai lavori nel panorama musicale nazionale. Ed ecco che inaspettatamente gli arriva la proposta di partecipazione al Sanremo Rock Festival, manifestazione musicale che nasce nei primi anni 80 la cui finale viene quasi sempre trasmessa dalle reti di stato RAI e che quest’anno è giunta  alla 33^ edizione, rappresentando una nuova realtà nel mondo della musica, che promuove e distribuisce artisti di grande livello nazionale ed internazionale, mantenendo però un occhio di riguardo anche per i giovani artisti che desiderano intraprendere il loro cammino nel mondo musicale e dello spettacolo.

“Sono emozionatissimo per questa opportunità che mi è piombata addosso come un fulmine a ciel sereno” ci confida Simone, ancora frastornato dalla grande opportunità che gli si è prospettata in questi giorni. “Confesso che proprio non me lo aspettavo. Dopo la proiezione della mia cover in apertura al concerto dei Marlene Kuntz, ho riscontrato un ottimo successo di pubblico soprattutto sui miei canali social e le visualizzazioni ai miei video sono aumentate gradualmente. Adesso sto lavorando alla composizione del brano che presenterò a Sanremo e sto cercando di mettere su una band che mi faccia da supporto musicale. Sono consapevole della grande opportunità che mi è stata offerta e cercherò di sfruttarla al meglio”.

Simone Costa, classe 87 nato a Napoli, si trasferisce da piccolissimo con la sia famiglia ad Ischia dove tuttora vive e lavora. Si definisce un cantautore i cui testi e musiche rappresentano un saliscendi di emozioni, un insieme di personaggi con storie viscerali di un tempo traditore e di un’umanità mutevole, fatta di violenza, dolore, rimpianti ma anche di amore e speranza per un futuro quasi sempre incerto.

Si appassiona alla musica rock all’età di 11 anni e inizia a suonare la chitarra, influenzato da band come Bluvertigo, Marlene Kuntz, David Bowie, Syd Barrett, Lou Reed, Litfiba ed altri. Durante l’adolescenza, spinto da una forte voglia di esprimersi attraverso la musica, forma diverse rock band con le quali si diverte a creare armonia. Nel 2006 decide di iniziare un percorso musicale a Napoli che lo porta a formare la band Veronal di cui è autore, chitarrista e voce. Con i Veronal, realizza un EP che riceve ottime critiche dalla stampa di settore su webzine e riviste come Rockerilla e lo porta ad ottenere diversi live nei club campani e un contratto discografico. Nel 2010 terminata l’avventura Veronal, arriva una lunghissima pausa musicale interrotta agli inizi del 2019, dall’incontro con Valerio Sgarra che lo stimola in iniziative interessanti e lo coinvolge in uno spettacolo dedicato a Fabrizio De Andrè. Nel frattempo Simone inizia a scrivere nuova musica propria. Il 10 giugno 2019 svolge il suo live da solista presso il club “Periferica Konnection“ a Fisciano (Sa), poco dopo entra in contatto con vari esponenti della musica rock italiana e in settembre decide di partecipare ad un piccolo contest indetto dalla band Marlene Kuntz . In ottobre Simone riceve la notizia dalla stessa band che rientra nei 10 vincitori e il 10 ottobre i Marlene Kuntz decidono di proiettare durante il loro concerto presso il club Orion (Roma) la versione da lui arrangiata di Cometa (canzone del gruppo) più un suo brano inedito. Lo scorso 25 novembre, durante la celebrazione della Giornata Nazionale contro la violenza sulle donne, Simone ha voluto dare il suo contributo alla causa esibendosi durante la manifestazione “Il posto delle donne” organizzata dal comune di Forio con il suo brano “Margot”, che parla di violenza e della distonia che da essa ne deriva, per dire no alla violenza sulla donna e non solo.

Ed ora, una tra le kermesse più importanti nel panorama artistico musicale a livello europeo, lo attende per l’esibizione che gli darà l’opportunità di essere apprezzato al grande pubblico soprattutto per la sua spiccata sensibilità e profondità d’animo, come testimonia un verso della sua Margot “Sono instabile. E soffro molto più di voi. ”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui