I responsabili | #4WD

Daily 4ward di DavideConte del 14 gennaio 2021

0

E chi dovrebbero essere i “responsabili”? Gli scontenti di uno schieramento o dell’altro, i frustrati che hanno sempre contato come il due di coppe con la briscola a spade, o i soliti opportunisti sempre pronti al salto della quaglia? O tutti e tre?
Chiamali, se vuoi, i venduti, quelli buoni per tutte le stagioni purché il prezzo sia congruo, quelli per i quali destra e sinistra sono più un’opinione di quanto non le abbia già ridicolizzate Giorgio Gaber nella sua celeberrima canzone del 1994, quelli che sono pronti a rinnegare anche la strada di casa propria, pur di rimanere a galla e perseguire obiettivi che nulla hanno a che fare con la nobiltà del ruolo che rivestono e la sacralità dell’aula che li ospita. O ancora, quelli come Mastella, che ha dichiarato: “Subito dopo la crisi intendo far partire un’iniziativa per recuperare vecchi amici e nuovi contributi. Qualche parlamentare pronto già c’è (la moglie?-ndr). Non si possono lasciare soli quelli che, responsabilmente, appunto, vogliono dare una mano”. Anche l’amnesia più forte non ci consentirebbe di dimenticare il suo ruolo determinante per la nascita del governo D’Alema del ’99 o del ribaltone a Prodi nel 2008. Uno specialista!

Fortuna vuole che, a quanto pare, non ci sarà bisogno di quel genere di “responsabili” e del loro trentuno salva tutti e salva Conte: il premier andrà presto al Quirinale da dimissionario senza passare per l’aula, così come avevo previsto ieri. E a quel punto, qualora non fossero Renzi e i suoi a pretendere quel ruolo, puntellando un nuovo premier e il suo nuovo esecutivo da patto di legislatura col placet del Quirinale, i soliti “responsabili” proveranno a tutti i costi a tornare di moda, in cambio di chissà quale privilegio o poltrona.

Responsabili sì, ma dell’ulteriore, ennesimo degrado di una classe politica e di un livello istituzionale ormai d’infimo ordine, in barba (ma con il suo avallo originario) al silente popolo sovrano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui