I posti del sesso a pagamento: donne a Via Sogliuzzo, uomini in pineta

0

La denuncia di Vito Iacono: “Sodoma e Gomorra!!! Dalle notizie di cronaca esce un quadro desolante della nostra Isola”

 

La storia che abbiamo raccontiamo nei giorni scorsi, l’allontanemento di due prostitute rumene è l’ennesimo pezzo di un puzzle molto più grande. Quello di un’isola sempre più trasgressiva e che, nonostante tutto, ha la necessità di tornare in strada per esercitare il meretricio.

Due donne rumene allontanate dalla nostra isola fanno pendant con la storia che vi abbiamo raccontato lo scorso 24 ottobre, quando la Polizia di Stato fermò due uomini intenti in una fellatio nella pineta di Ischia.

“Nel corso della perlustrazione la pineta – si leggeva nella nota diffusa dal Commissariato di Ischia -, che risultava essere molto frequentata da famiglie con i loro bambini nonché da turisti ed atleti intenti a correre, l’attenzione del personale operante é stata attirata da due persone appartate dietro una siepe. Avvicinatisi a questi ultimi gli operatori sorprendevano due soggetti di sesso maschile intenti a consumare un rapporto sessuale, nella fattispecie una “fellatio”, incuranti della presenza degli avventori del parco pubblico tra i quali numerosi bambini. I due venivano pertanto fermati ed identificati per S. S. classe ‘77 di Napoli e L. J. A. classe ’58 dell’Isola, quindi deferiti all’A.G. in stato di libertà per violazione dell’artt. 527 e 110 c.p..”

Sabato sera, i fatti di Via Francesco Sogliuzzo. Di qualche giorno fa, invece, sempre su queste colonne, la circostanza che vede i Carabinieri di Ischia impegnati in un’indagine per fermare un giro di prostituzione in alcuni hotel della nostra isola. Forse, davvero, dobbiamo  fermarci e iniziare a considerare dove e come sta andando la nostra società.

«Sodoma e Gomorra!!! Dalle notizie di cronaca – ha commentato Vito Iacono, consigliere comunale di Forio – esce un quadro desolante della nostra Isola e del suo tessuto sociale, nel silenzio assordante. Quasi siamo assuefatti, complici o impotenti ad un decadimento inarrestabile. E continuiamo con la storia che i panni sporchi si lavano in famiglia. No i panni sporchi si lavano e basta. Dal gioco, alla prostituzione, ai fenomeni di corruzione passando per la piaga dello spaccio e dell’uso di stupefacenti non ci facciamo mancare veramente niente dei elementi simbolo di una Società malata. Penso sia il cosa, oltre le chiacchiere, che le istituzioni locali e chi le guida diano segnali forti di presenza. E’ ridicolo il rincorrersi a chi plaude di più sulle iniziative, degli altri ovviamente, sulla ludopatia quando l’Isola non è riuscita a reagire neanche di fronte alla perdita di una giovane vita. Ma cosa ci vuole a condividere un percorso comune per prevenire questi fenomeni e supportare con atti concreti le forze dell’ordine nel monitoraggio del territorio???”

Una deriva alla quale dobbiamo porre un freno soprattutto per quanto riguarda la sfera dei reati. C’è una verità alla quale dobbiamo rispondere: c’è una richiesta di uomini in pineta e di donne in Via Sogliuzzo. E dobbiamo porre rimedio!

L’impegno delle forze dell’ordine è tangibile. Polizia e Carabinieri sono, come si dice, sul pezzo, ma c’è bisogno dell’intervento di tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui