fbpx

I pazzi del centrodestra | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 18 maggio 2022

Must Read

Oggi pensavo a quanto i valori attualmente espressi, attraverso i sondaggi, dal centrodestra organico a livello nazionale rappresentino di fatto la maggioranza assoluta dei consensi, senza considerare le naturali oscillazioni delle singole realtà di partito che lo compongono. Mi chiedevo: riusciranno i nostri eroi ad arrivare al prossimo anno uniti e compatti, senza sciocchezze e litigi vari, raggiungendo così quel successo elettorale che manca ormai dal lontano 2008?
Tutto farebbe pensare che quel traguardo sia veramente a portata di mano, nonostante le cinque grandi città su ventisei su cui non c’è stato accordo per il primo turno delle prossime amministrative e la candidatura di Musumeci in Sicilia non sia stata ancora confermata dagli alleati di Fratelli d’Italia. E a confermarlo è stato proprio Berlusconi dopo il vertice con Meloni e Salvini ad Arcore, dichiarando che “solo un pazzo manderebbe all’aria la coalizione. D’altronde è così evidente che se si disunisce si perdono le elezioni e vince la sinistra”.

Ma dall’alto dei miei ventisette anni in Forza Italia e per quel po’ di esperienza che ho dall’interno di certi meccanismi, so che quel genere di pazzi nel centrodestra italiano non è mai mancato. E oggi, in tutta onestà, a preoccuparmi è anche questo governo Draghi a trazione fin troppo europeista (nel senso negativo del termine) e sempre ascoltato oltre il dovuto proprio da Berlusconi e Salvini che ne fanno parte. In virtù della storica sudditanza verso Germania e Francia, infatti, proprio l’ex Presidente della BCE potrebbe ordire chissà quale trama, di concerto con la solita sinistra, per cercare di demolire -giusto per fare un esempio- l’immagine brillante che Giorgia Meloni riesce ad offrire alla coalizione, minandone la scalata verso una leadership ormai inevitabile.

E anche ad Ischia, sul piano locale, bisognerà lavorare per capire cosa resta della sua naturale vocazione politica, indubbiamente poco progressista ma fin troppo opportunista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Casamicciola, ecco i vigili che sono costati la poltrona a GiBì?

Ida Trofa | Sono entrati in servizio ieri, i vigili urbani della discordia. Gli stessi che, molto probabilmente, sono...