sabato, Giugno 19, 2021

I giovanotti gialloblù orgoglio dell’Ischia

In primo piano

Lavorano in silenzio, all’ombra dei più grandi, dai quali devono apprendere sia dal punto di vista tecnico che caratteriale. L’Eccellenza campana è un campionato facile e semplice solo sulla carta. I giovanotti gialloblù attendono il loro momento per prendersi la scena. In questi mesi di “vacatio” calcistica, hanno continuato a seguire i grandi. Sul piano tecnico, a carpirne le capacità e le caratteristiche per un futuro impiego in prima squadra è “Billone” Monti. Pronto a spegnere come un pompiere facili entusiasmi e riportare coi piedi per terra chi si sente pronto a spiccare il volo senza aver sviluppato adeguatamente le proprie ali. Quando al “Mazzella” vedi impegnati i 2002 e 2003 negli allenamenti e nelle partitelle, speri sempre che più di uno riesca a far parte dell’ossatura di una squadra sempre a “trazione isolana”. Qualche under di belle speranze finora ha avuto già la possibilità di scendere in campo (come ad esempio il centrocampista Di Sapia e l’attaccante Pesce, oltre a D’Antonio, Nick Di Meglio e Invernini che fanno parte in pianta stabile della rosa di prima squadra dalla passata stagione), qualche altro è stato convocato, altri ancora tra impegni scolastici e qualche acciacco ha dovuto rinviare l’appuntamento con la “chiamata” dell’allenatore (vedi il talentuoso Anthony Di Meglio). In occasione dell’ultima partita della regular season, mister Monti ha portato a Mugnano diversi ragazzi come i difensori Miniello, Nunzio Esposito e Formisano. Prodotti della cantera dell’Ischia Soccer, l’anno scorso unitasi all’Ischia, allievi della bella squadra di Carmine Di Meglio che due anni orsono diede lustro al calcio giovanile isolano con ottimi risultati e soprattutto gioco armonioso. Il lavoro paga bene e al momento l’Ischia sta raccogliendo i primi frutti di una semina che dovrà essere incrementata con l’arrivo di Mimmo Citarelli, nuovo responsabile del settore giovanile gialloblù, chiamato dal presidente D’Abundo e dal d.g. Taglialatela a mettere a disposizione del vivaio la grande esperienza accumulata finora anche a livello giovanile, ma anche il suo innato entusiasmo oltre alle competenze. Citarelli dovrà riorganizzare il settore, seguendo metodologie e dinamiche che più si addicono ad una realtà in crescita ed espansione come l’Ischia. In attesa di stage estivi per organizzare le squadre che parteciperanno ai campionati regionali 2021/22 (almeno tre tra Juniores, Allievi e Giovanissimi, per eventali “fasce B” si vedrà). Il sogno di Pino Taglialatela è quello di emulare il settore giovanile dei tempi d’oro, quando sotto la gestione del papà Domenico vennero fuori tanti bravi calciatori. «Non dimentichiamo il lavoro fatto dagli allenatori attualmente in carica, Fontanella, Fondicelli, Di Meglio e D’Ambra», spiega Taglialatela che conferma le indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi, ovvero che il settore giovanile dell’Ischia si svilupperà dalle fasce Under 14 a salire, dunque nessuna attività di base, che viene lasciata al libero sfogo delle scuole calcio locali. «E’ nostra intenzione potenziare il settore giovanile, con l’obiettivo di fare un importante salto di qualità per dare la possibilità ai giovani isolani di sognare un domani di indossare la maglia della nostra Ischia», sottolinea il d.g. gialloblù. In attesa di conoscere quando inizieranno i play-off, i gialloblù continuano ad allenarsi ed è chiaro che in prospettiva, un occhio particolare sarà puntato su di loro: i giovanotti gialloblù.

S.M.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Traffico estivo, senso unico in via Tommaso Cigliano

Nuovo provvedimento di disciplina del traffico da parte del comandante della Polizia Municipale di Forio, stavolta per le aree...
- Advertisement -