‘I che munnezz! | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 27 giugno 2020

0

Ischia Servizi (che non dice nulla a nessuno fin quando non si ricorda al Lettore che si tratta della versione aggiornata di Ischia Ambiente) è sempre più terra di nessuno. Esiste un Presidente che merita in pieno la maiuscola: Massimo Stilla è persona dalle indiscutibili qualità e avrebbe potuto rappresentare la scelta giusta al posto giusto. Purtroppo, fin quando la politica al Comune di Ischia non potrà andare oltre la minuscola attualmente meritata, ogni migliore proposito del più capace e competente dei vertici svanisce nella più assoluta inutilità della guerra tra bande.

La situazione di Ischia Ambiente del 2006, quando l’Amministrazione Brandi terminò il suo percorso, era quanto mai florida. La scissione del ramo d’azienda e la creazione di Ischia Risorsa Mare creò, appena un anno prima, i presupposti di una vera e propria cassaforte lasciata ai posteri con un attivo di circa un milione di euro, facendo sì che le magagne monnezzare restassero distinte e distanti dal progetto di riqualificazione dell’area portuale e dei servizi diportistici e connessi al turismo che pure videro l’alba di un nuovo ciclo; una sorta di “rinascimento” delle partecipate, brutalmente interrotto già dal primo mandato di Giosi Ferrandino e compagni con tante scelte più che discutibili e mai troppo attentamente considerate dalla magistratura inquirente.

La sentenza d’appello riguardante il metodo del primo dei due avanzamenti di livello del dipendente Lucibello non è altro che il culmine della gestione altamente politicizzata di Enzo Ferrandino & partners che ha ridotto ormai al lumicino le funzioni di questa società, restando ben lontana dal perseguimento degli obiettivi aziendali e della tutela del cittadino-contribuente.

Con troppi colonnelli e sempre meno soldati, lo stipendio è ormai un diritto acquisito. Per lavorare, salvo eccezioni, poi se ne parla; ma sempre a patto che il protettore di turno non ti conceda di “nun essere cummannat ‘a nisciun”…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui