fbpx

#guardastupisci. Con tutto il cuore Salemme

Must Read

A distanza di tre anni dal suo ultimo film “una festa esagerata”, Vincenzo Salemme porta nelle sale cinematograficjhe la sua ultima opera “Con tutto il cuore”. Un film molto importante per l’attore partenopeo, una svolta nel suo modo di fare cinema, tralasciando la sua napoli da cartolina e folkloristica.

Un film che lo vede impegnato a dirigere i suoi attori su una recitazione più sobria e realistica. Basandosi sul gioco degli equivoci, tema molto caro a Salemme, la commedia, come per gli altri film, si snoda tra i suoi collaudati dialoghi rapidi – spiritosi e vicende che si intrecciano nel consueto scenario campano.  Senza caricare troppo di sottotrame inutili, Salemme svolge un delicato lavoro di trasformazione da una sua piece teatrale rendendo l’opera perfettamente cinematografica, in tempi e modi. Con cura massima nei costumi, nei dialoghi e nelle vicende che vengono brillantemente messe in scena insieme a lui da Maurizio Casagrande, Serena Autieri e Cristina Donadio.

Esalta l’amore, lo fa con malinconia, con il suo personaggio, un professore di greco e latino, che riflette affranto su un mondo che mortifica la  cultura e la ritiene inutile. Insomma un Salemme che ci piace vedere, che si fa apprezzare ancora di più con questa sua voglia di fare passi avanti, senza mai farci dimenticare la sua arguzia, le sue trasformazioni e il suo umorismo, elementi  che hanno divertito e arricchito attraverso i precedenti film la nostra commedia all’Italiana. Dal trapianto delle “cornee” al trapianto di un cuore, Salemme gioca ancora una volta con l’elemento “punto di vista” o “azione” se preferite  in questo caso, del comportamento umano a seguito della sostituzione di un organo. Una riflessione su quello che è giusto e quello che è sbagliato, un tema abbastanza spinoso per una società come quella odierna, spesso superficiale, dove il male a volte è più fascinoso di una vita per bene e tranquilla.

Il regista pone al centro della commedia, l’identità, il peso delle scelte, l’integrità e l’onestà, e con lucida visione anche temi come le famiglie separate, le raccomandazioni, e i mestieri abusivi che diventano sempre più scontati  da una società travolta dall’ effimero e dal caos quotidiano. Senz’altro influiscono nel regista la sua esperienza teatrale, le sue origini “Eduardiane” che lo portano a creare questa commedia dal sapore  Pirandelliano; ma quello che emerge è il “Cuore” che Vincenzo Salemme ha messo in questo film, e oggi più che mai il nostro cinema ne ha bisogno.

BOX INFO

Il film è stato girato interamente a Napoli in sei settimane, Tra le location del film l’istituto scolastico Bianchi a Montesanto dove insegna il professore Ottavio, Chiaia, la chiesa dell’Ascensione, Vomero, Coroglio e il rione Sanità. Nel cast oltre a Casagrande, Autieri e Donadio, Antonio Guerriero, Sergio D’Auria, Andrea Di Maria, Vincenzo Borrino, Gennaro Guazzo, Ciro Capano, Rodolfo Corsato, Gino Rivieccio e Marcello Romolo. E’ co-prodotto da Chi è di scena – Medusa Film. Nelle sale cinematografiche dal 6 Ottobre 2021, ad Ischia è in programmazione al Cinema Excelsior. 

IL REGISTA

L’attore napoletano, originario di Bacoli, 64 anni a Luglio, vanta un eccellente esordio a teatro con Eduardo De Filippo partecipando a quattro sue commedie. Al cinema esordisce con Nanni Moretti in ben tre film: “Sogni d’Oro”, “Bianca” e “la Messa è finita”. Fino ad oggi ha partecipato a 45 film, di cui dodici da regista oltre che da interprete.  A teatro ha interpretato 32 commedie di cui molte scritte da lui. Attore, commediografo, regista, comico, conduttore televisivo e sceneggiatore, anche Salemme ha un sogno: quello di recitare a fianco del grande Jim Carrey.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Proroga dell’allerta meteo: tutte le scuole dell’isola chiuse

In seguito alla proroga dell'Allerta meteo arancione, i sindaci dell'isola hanno disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine...