giovedì, Febbraio 25, 2021

Governo, Renzi “Aspettiamo Conte al Senato”

In primo piano

Liberate quel pacco. Aiutiamo Francesco

Il grido d’aiuto di un genitore ischitano: «Bloccati alla dogana i prodotti per trattare mio figlio autistico»

Cavascura, 43 anni dopo è ancora disastro ai Maronti!

Ugo De Rosa | 15600 giorni fa, era il 9 giugno 1978 e la montagna franò. 5 morti, 5...

Isole, pioggia di milioni per opere pubbliche e messa in sicurezza di edifici sulle isole

Con decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, in data 23 febbraio 2021...
ROMA (ITALPRESS) – “Oggi tocca al premier decidere se ciò che abbiamo detto su vaccini, Mes, cantieri da sbloccare, scuola e cultura, è degno di nota oppure no” e nella conferenza stampa di fine anno “Conte ha risposto alle sollecitazioni di Italia viva, dicendo: ‘Ci vediamo in Parlamentò. Lo aspettiamo al Senato, allora, che posso dire di più?”. Così, in un’intervista al Corriere della Sera, il leader di Italia Viva Matteo Renzi.
Sulla possibilità di un Conte ter oppure un nuovo esecutivo, osserva: “Non so che formula prevarrà. So che questo è il tempo di mettere al centro l’interesse dell’Italia e degli italiani contro gli egoismi di parte. L’appello del presidente della Repubblica nel messaggio di fine anno perchè prevalgano le ragioni dei ‘costruttorì mi sembra saggio e illuminante”.
Alla domanda se lui o i suoi senatori abbiano paura delle elezioni, Renzi risponde secco: “Io non ho paura di niente, meno che mai della democrazia. Quanto ai diciotto senatori di Italia viva sono orgoglioso di loro: stanno resistendo a ogni forma di pressione, di lusinga, di minaccia. Sono diciotto persone serie. Che sanno fare politica. E che non hanno paura delle elezioni”, anche perchè “tutti sanno che non ci saranno elezioni. Dobbiamo aprire le scuole, non i seggi. Dobbiamo aumentare il numero dei vaccinati, non dei candidati. Dobbiamo scrivere il Recovery plan, non i libri dei sogni elettorali. Le elezioni fanno paura a chi verrebbe politicamente decimato come i trecento parlamentari del Movimento Cinque Stelle, non ai diciotto senatori di Italia viva”.
(ITALPRESS).


- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Liberate quel pacco. Aiutiamo Francesco

Il grido d’aiuto di un genitore ischitano: «Bloccati alla dogana i prodotti per trattare mio figlio autistico»
- Advertisement -