venerdì, Marzo 5, 2021

Giuseppi è meglio di Mario? |#4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 18 febbraio 2021

In primo piano

Enzo e Gianluca. Ciò che Giosi ha diviso, Giosi ha unito

Gaetano Di Meglio | Era il 2015, dopo aver superato la sbornia e archiviato gli schiaffi elettorali della prima elezione...

Il Consiglio di Stato tentenna… Ma a Lacco Ameno è guerra di denunce anonime

Attesa febbrile per la pronuncia dei massimi giudici amministrativi sulla sorte della “fascia tricolare”: rivince Pascale o è la volta di De Siano?. Con la guerra giudiziaria e politica, prosegue la stagione dei corvi. Denunce apocrife con accuse ai politici. Accusatori e accusati fanno parte tutti della stessa barca

Giosi Ferrandino: “Ischia non perdere l’occasione Recovery”

https://youtu.be/hXXKLSQURO8 Gaetano Di Meglio | Con l'eurodeputato PD, Giosi Ferrandino, una riflessione sul governo Draghi, le possibilità del Recovery Fund...

Scusate se oso, ma osare è una tentazione a cui spesso non so resistere: avete anche Voi l’impressione che la visibilità del neo-Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi stia subendo tuttora una sorta di penalizzazione da parte degli organi di stampa rispetto a quella del suo predecessore Giuseppe Conte?

Che le reti Rai siano da sempre lottizzate politicamente è un dato di fatto inequivocabile; che i grillini in aula dedichino una standing ovation al loro ex premier trombato e solo timidi applausi all’ex BCE, per quanto stomachevole, potrebbe anche essere comprensibile; ma che ancora oggi i mezzi d’informazione tendano ad esaltare la figura di “Giuseppi”, facendo di tutto per far passare in second’ordine quella di altissimo prestigio che oggi tutte le forze politiche, dinanzi alla sua indiscutibile competenza, hanno dovuto “piegare a libretto” e digerirla all’insegna di un governo di unità nazionale, rappresenta un oltraggio al buon senso e alla cultura civica di una comunità che si rispetti.

Non è certo Renzi a poter -seppure giustamente- denunciare questo genere di episodi dai profili social personali e di “Italia Viva”, considerato che lui stesso è particolarmente esperto di nomine politiche dei direttori di rete e di presenzialismo mediatico. Ma la gente, gli elettori (invocate chi preferite), per quanto ancora lasceranno che il loro senso critico e la loro cittadinanza attiva si intorpidiscano ulteriormente a causa di una quotidianità sempre più difficile da gestire e utile a disinteressarli a quelle sorti dell’Italia sempre più legate alle loro? Ma soprattutto, il Quirinale riuscirà ancora a lungo a ignorare questo genere di fenomeni che, al pari delle magagne della magistratura italiana recentemente messe a nudo da Palamara e tanto altro ancora, intaccano ulteriormente quel sistema-paese che oggi, proprio grazie all’avvento e alla visione di Mario Draghi, potrebbe intravedere la luce in fondo al tunnel?

- Advertisement -

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Cambio RUP per la gara, la Schioppa sostituisce Concetta De Crescenzo

Ugo De Rosa | L’Ambito N13 ha aggiudicato la gara per affidare i servizi per l'accesso e il funzionamento dell’Ufficio...
- Advertisement -