Gino Di Meglio espone a Phototrace 2019

0

La gomma bicromata e l’arte antica della fotografia, magistralmente praticata dal nostro Gino Di Meglio, sbarcano alla prestigiosa manifestazione “Phototrace 2019” che questo anno avrà luogo ad Arezzo.

Gino Di Meglio, le cui opere sono senza ombra di dubbio tra le più particolari ed interessanti del settore, esporrà in una delle manifestazioni dedicate alla fotografia più ambite che ha il merito, tra l’altro, di promuovere la foto come scrittura di segni prodotti dalla luce stessa, come ben si legge sulla home page del sito ufficiale dell’evento.

Il prossimo 28 e 29 settembre, infatti, il centro storico di Arezzo sarà “illuminato” da Phototrace 2019 il cui curatore è Luca Pichi.

Le fotografie realizzate da Gino Di Meglio, molto particolari non solo per il soggetto che ritraggono, ma anche e soprattutto per la tecnica di sviluppo e lavorazione, con la gomma bicromata, saranno il fiore all’occhiello di una mostra che si preannuncia essere, davvero, unica nel suo genere.

L’EVENTO

il gruppo fotografico 6ISO in collaborazione con Fotonomia di Firenze sta organizzando Phototrace 2019 che si terrà ad Arezzo, in varie sedi del centro storico della città il 28 e 29 settembre. Phtotrace è un evento incentrato sulla fotografia analogica che si svolge dal 2012 con cadenza annuale e che si è svolto in diverse città d’Italia. Per questa edizione, che ci siamo impegnati ad organizzare nella nostra città, abbiamo in programma una serie di attività dimostrative sulle varie tecniche di stampa quali Oleotipia, Collodio umido, Gomma ai pigmenti, Cianotipia e Pittura. Interverranno esperti a livello nazionali nelle suddette tecniche di stampa che spiegheranno le caratteristiche principali di queste tecniche mostrando nello specifico come si eseguono. Accanto a queste attività dimostrative vi saranno anche delle esposizioni di foto pittorialiste e dipinti, dagherrotipi, ambrotipi ed altre tecniche di stampa del passato. Tutti sono chiamati a partecipare al progetto Taccuini d’Autore: RI-CONOSCERSI, ovvero taccuini o semplici album fotografici composti da pagine che illustrano il modus operandi di un autore nel realizzare il proprio progetto fotografico. Il taccuino sarà corredato da semplici appunti, disegni, schizzi e foto che lasciano traccia (Trace è termine inglese che definisce l’impronta ) di tutte le varie fasi del ‘lavoro’ di un autore nel realizzare un progetto fotografico. Tema dell’album fotografico sarà il ritratto e l’autoritratto come forma di narrazione e testimonianza.

Le sedi interessate all’evento saranno: Informagiovani Arezzo, Chiostro della Biblioteca Comunale, Museo delle comunicazioni di Arezzo, Casa del Petrarca, Museo Archeologico Nazionale di Arezzo.

Il tema guida di Phototrace 2019 è il Ritratto da qui il titolo della mostra collettiva “Taccuini D’Autore: Ri-Conoscersi” che è solo uno degli strumenti proposti per condividere e approfondire L’argomento.

Le due giornate proposte includono laboratori aperti, seminari dimostrativi, conferenze, mostre per dare modo ad ognuno di noi di poter conoscere sé stessi, anche attraverso gli altri, utilizzando la fotografia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui