fbpx

«Gianluca è la nostra stella»

REAL FORIO | PRESENTATO L’ATTACCANTE EX ISCHIA («MAI CONTATTATO DOPO IL 29 GIUGNO»)

Must Read

Giovanni Sasso | Sessantotto giorni dopo il “dramma” casalingo contro la Mariglianese, l’Ischia ritorna al “Mazzella” per una gara ufficiale. Si gioca per la coppa Italia, intitolata a quel galantuomo del professor Angelo Zeoli che, soprattutto sui campi isolani, era un habitué. Non un ex arbitro, un ex commissario di campo, ma un grande uomo di calcio, un amico di chi era appassionato come lui. Prima uscita ufficiale per Ischia e Barano, che hanno vissuto un inizio di stagione completamente diverso. I gialloblù sono al lavoro da oltre un mese. A livello atletico tre le due squadre sicuramente ci sarà una differenza in termini di tenuta alla distanza. I gialloblù di Iervolino sono reduci da un paio di partitelle a ranghi misti e l’allenamento congiunto a Fondobosso contro il Giugliano, il Barano invece finora non ha avuto l’opportunità di incrociare i tacchetti, tra difficoltà logistiche ma anche per una evidente esiguità della rosa che va completata per l’inizio del campionato per non mettere in difficoltà il tecnico Isidoro Di Meglio che in alcuni ruoli non ha alcuna alternativa se non giovani in età di lega.

Sarà la prima da ex per Isidoro. Affronterà l’Ischia, squadra di cui è stato capitano ma anche allenatore all’inizio dell’era D’Abundo. «Sarà sicuramente una sensazione particolare, entrare al “Mazzella” da avversario sarà un po’ strano, considerando le emozioni che mi ha regalato quella maglia. Comunque sarà bello ritornare, sono stato l’allenatore della ripartenza dopo l’iniziativa dei tifosi di ripartire dalla Prima Categoria. Sarà anche l’occasione di rivedere tanti amici – prosegue Isidoro –. Non mi va di rinvangare quello che è successo. La società era libera di prendere qualsiasi decisione. Non riserbo rancore anche se a distanza di tempo non riesco ancora a capire il motivo per il quale non ricevetti nemmeno una telefonata. Prestai la mia opera a titolo gratuito. Se la società aveva cambiato idea nei miei confronti, se aveva deciso di rivolgersi altrove, bastava davvero poco. Non commento tutte le chiacchiere che si sono succedute, lasciano il tempo che trovano».

Che campionato si prospetta per l’Ischia? «Sarà un campionato difficile perché le squadre importanti non mancano come Frattese, Puteolana ma anche Maddalonese e Mondragone – sottolinea Di Meglio –. Il nostro cammino? Iniziamo subito con una big perché la Maddalonese si è rinforzata molto. Sarà un test probante. Cercheremo di farci trovare pronti. Mi auguro all’inizio di trovare le squadre forti un po’ appesantite dalla preparazione».
Entrambi i tecnici alla vigilia dell’inizio della competizione con la coccarda hanno dichiarato di voler rispettare l’impegno. «Che Barano sarà? Sicuramente sarà un test per valutare la condizione generale di tutti. Siamo ancora in pochi, manca qualcosa per completare la rosa. Possiamo definirlo un Barano sperimentale», spiega Di Meglio. Il Barano è in attesa che l’Ischia liberi qualche calciatore oppure sta rivolgendo lo sguardo alla terraferma? «Ambedue le cose, potrebbe esserci qualcuno al caso nostro che sia in esubero a Ischia così come potrebbe esserci l’occasione di prendere un uomo d’esperienza in mezzo al campo».
TANTI EX – Nelle fila dell’Ischia mancherà Sogliuzzo ma gli ex bianconeri non mancano tra Di Chiara e Pistola, tra D’Antonio e Filosa (che ha indossato la casacca bianconera nello scorso campionato), da Chiariello a Di Costanzo, senza dimenticare Chicco Arcamone che tra l’altro è baranese cento per cento. Anche nelle fila baranesi gli ex sono tanti. Ma che ex! Si parte da Luigi Mennella, si prosegue con Vincenzo Monti e Gerardo Rubino, e si prosegue con Matarese, Errichiello (ha iniziato in ritardo e non è tra i convocati di oggi), Rosi. Per i veterani ritornare al “Mazzella” nei panni di avversario sarà sicuramente una sensazione particolare che si prova soltanto una volta varcato il cancello principale.

ASSENZE – Angelo Arcamone, Andrea Impagliazzo e Mario Sogliuzzo sono gli assenti nelle fila ischitane. Il difensore difficilmente riuscirà a recuperare per l’inizio del campionato. Tempi più lunghi per l’attaccante, mentre il centrocampista ex Taranto e Sorrento dovrà attendere qualche giorno per guarire dal Covid. In mediana dovrebbe essere riproposto il giovanissimo Matteo Arcamone, con uno tra Chicco Arcamone e Trofa avanzato sulla linea dei tre alle spalle di Filosa. Nel Barano (Di Meglio ha convocato 19 giocatori, con tanti under) formazione quasi scontata, con gli under che saranno il terzino Rosi e l’esterno Ruffo. A centrocampo Nicola Conte e Scritturale, in avanti Pirone e Petrone a supporto di Rubino. Possibile un arretramento di Matarese sulla linea difensiva imperniata su Monti e Conte.
ARBITRO: Ischia-Barano, prima giornata del primo turno della Coppa Italia “Angelo Zeoli” (ore 15.30), sarà diretta dal signor Vittorio Palma di Napoli. Della sezione partenopea anche i due assistenti, i signori Antonio Vano e Aldo Marletta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Nucleo di Valutazione a Ischia, da Pasquale a Pasquale

E per il comune di Ischia inizia il dopo Pasquale Saurino nel nucleo di valutazione nel segno di Pasquale....