sabato, Maggio 15, 2021

Gerardo Rubino vuole dare il suo contributo: «Essere a disposizione è già una vittoria»

In primo piano

Sabato a Barano ha giocato uno scampolo finale del derby (all’81’ ha preso il posto di Gianluca Saurino), rimettendo piede in campo dopo un periodo di sofferenza duplice rispetto ai compagni di squadra per curarsi dalla pubalgia, allenandosi a parte con il prof Sarno e badando a non sforzare troppo la parte interessata per dare il suo contributo.

Gerardo Rubino vuole dare il suo contributo alla causa gialloblù, allenatore e dirigenza credono sulle potenzialità dell’attaccante, altrimenti non si giustificherebbe il prestito di Massimo De Luise al Real Forio. Rubino finora ha lavorato in silenzio, tantissime volte ha dovuto allenarsi al chiuso mentre i compagni con regolarità erano in campo con e senza palla. Già all’inizio della stagione si sapeva che il suo decorso non sarebbe stato rapido e che per una ripresa dell’attività avrebbe dovuto proseguire il lavoro specifico. La pandemia purtroppo non l’ha agevolato, con operazioni come quella programmata per il suo caso, sospese o rinviate nel tempo. Ma Gerardo non si è mai abbattuto e rivederlo in una partita ufficiale è stata una bella sensazione. Alla fine ha riabbracciato l’ex compagno di squadra Marino, portiere del Barano, che ha giocato con l’attaccante tre anni fa nelle fila della Puteolana. «Il Covid mi ha bloccato nel percorso di guarigione – ha dichiarato Rubino sui canali ufficiali dell’Ischia Calcio – ed ho rimandato l’intervento; grazie a tanti sacrifici ed alla competenza dei medici, riesco a bypassare i problemi per giocare questo strano torneo e voglio ringraziare il nostro staff per l’aiuto che mi sta dando».

L’attaccante gialloblù è in piena sintonia con l’obiettivo del gruppo: «Il mio obiettivo è quello collettivo: fare il salto di categoria, sono molto felice di far parte di questo gruppo così forte e di questa società. Essere di nuovo a disposizione del mister è già una vittoria per me». Quest’ultima frase rispecchia il carattere del calciatore, che non ha mai mollato né ha intenzione di mollare in questi due mesi di campionato in cui, oltre ai derby con Barano e Real Forio, c’è da battere la concorrenza di Pianura e Napoli United che hanno organici di sicuro non inferiori a quelli dell’Ischia e anche mezzora, anche una giocata di Rubino al tirar delle somme potrebbero risultare determinanti.

CASTAGNA PUÒ RIENTRARE!

Ottime notizie per l’Ischia Calcio. Come riportato sul giornale di ieri, si attendeva l’esito del tampone molecolare effettuato da Luigi Castagna. Nel pomeriggio è arrivata la comunicazione al calciatore da parte dell’Asl che il test è negativo. «S.S.D. Ischia Calcio comunica che oggi il calciatore della Prima Squadra Luigi Castagna è risultato negativo al tampone molecolare di controllo ASL e potrà quindi tornare ad aggregarsi al gruppo squadra», scrive la società sulla pagina ufficiale.

TROFA: CAVIGLIA MALCONCIA

Da una buona notizia a una notizia che non conforta né il diretto interessato né mister Monti. Davide Trofa non può allenarsi a causa di una distorsione alla caviglia sinistra. Il centrocampista gialloblù, in seguito ad uno scontro nel derby con il difensore Muscariello, ha riportato un trauma che gli ha provocato gonfiore. E’ possibile che in giornata Trofa si sottoponga ad un primo test strumentale per comprendere nel dettaglio l’entità dell’infortunio. Per fortuna l’Ischia domenica osserverà un turno di riposo.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Traffico. Da sabato al via le ZTL a Lacco Ameno

Il Comando di Polizia Municipale informa che da sabato 15 maggio p.v. conl’adozione dell’Ordinanza n° 5/2021 sarà riattivato il...
- Advertisement -