Frana a Cava dell’isola, Lamonica chiede aiuto alla geologa

1

Dopo l’ultima frana che ha interessato la spiaggia di Cava dell’Isola a inizio giugno, il Comune di Forio ha affidato l’ennesimo incarico esterno, stavolta di supporto al rup, per «la verifica delle condizioni di stabilità del costone della spiaggia di Cava dell’Isola allo scopo di una eventuale riapertura, anche parziale, alla pubblica fruizione e per il monitoraggio dello stesso costone nel periodo di apertura».

Il responsabile del V Settore arch. Gianpiero Lamonica aveva contattato la geologa Filomena Miragliuolo, chiedendo un’offerta al ribasso sull’importo del compenso di 1.485 euro oltre Cassa e Iva. La geologa ha offerto di eseguire l’incarico per un compenso di 1.470,00 oltre cassa (Iva esente).

Lamonica ha dunque conferito l’incarico, che costerà al Comune 1.499,40 euro.

Resterà poi da vedere se l’eventuale riapertura anche parziale sarà possibile. Un’altra annosa e tormentata storia che vede al centro la spiaggia libera più rinomata di Forio e preferita soprattutto dai giovani. Un dissesto idrogeologico che purtroppo resta irrisolto e si procede con le solite soluzioni tampone.

1 commento

  1. E c’è pure bisogno della geologa! si sà che tutto il costone della spiaggia è formato dal materiale di scavo e di risulta che sono stati scaricati dai costruttori delle case abusive sorte negli ultimi anni sulla collina sopra la spiaggia, i nostri amministratori dovrebbero ben saperlo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui