#Forioalvoto. Giuseppe Di Maio: “L’apertura del parcheggio a Monterone è una promessa mantenuta”

0

comunicato stampa | Nella serata di venerdì, a Forio, è stato finalmente consegnato il parcheggio del borgo di Monterone. L’opera, in fase di ultimazione per quanto attiene alla parte interrata, è stata consegnata alla cittadinanza da parte della Giunta foriana capeggiata dal sindaco Francesco Del Deo, presente all’evento. Presente, tra gli altri, il consigliere Giuseppe Di Maio, candidato alle prossime elezioni amministrative nella lista Terra d’Amare, sempre a sostegno del sindaco Del Deo. Questo il commento di Giuseppe Di Maio alla cerimonia di consegna del parcheggio di Monterone: «La serata di venerdì ha visto una partecipazione importante ed attiva dei cittadini di Monterone, che hanno dimostrato di ascoltare e seguire con attenzione le ragioni che erano state ben esplicitate dal sindaco, nel suo intervento. È stata l’emblema di una amministrazione che si è proposta sin dall’inizio di essere un’amministrazione del fare, perché l’ultimazione del lato superiore del parcheggio, con la prossima ultimazione della parte interrata, rappresentano il mantenimento di una promessa fatta ad inizio mandato. Abbiamo dovuto sbrogliare una matassa davvero molto ingarbugliata, per come l’avevano lasciata le precedenti amministrazioni. Il fondo da cui è nato il parcheggio era stato alienato proprio dalla famiglia Di Maio e io mi sono occupato personalmente dell’alienazione di questo bene dagli eredi del fu Giuseppe Di Maio, mio zio, nel lontano 2003. I ben 22 eredi, con prezzi ampiamente fuori mercato, concessero al Comune il fondo. L’ente, con sindaco Franco Monti, si disse pronto a terminare i lavori in due anni. Iniziati i lavori, la ditta che all’epoca esecutrice dell’opera andò in contrasto con il Comune e alla fine, dopo anni di travaglio vinse il contenzioso, costringendo anche la nostra amministrazione, a distanza di anni, a pagare delle somme a questa ditta che non era riuscita a finire i lavori. Nel 2010 questo parcheggio fu affidato con un project financing alla SIS, che da poco operava sul territorio per le strisce blu. La stessa SIS avrebbe dovuto ultimarla in due anni, dopodiché avrebbe potuto disporne privatamente per 22 anni. Praticamente non sarebbe diventato un parcheggio libero ed asservito alla comunità, ma sarebbe diventato un qualcosa di privato per una società che avrebbe ricavato ingenti profitti. In più lo stesso anno, sempre con una delibera ad hoc la stessa SIS avrebbe dovuto a partire dal luglio 2015 prendere in carico le strisce blu per 22 anni, concedendo al Comune soltanto €78.000 all’anno. Questa Giunta ha rescisso quel contratto, che secondo noi era anche contra legem per certi aspetti, anche sul presupposto che i lavori al parcheggio non erano mai terminati in quei due anni e visto che probabilmente l’obiettivo era quello relativo alle strisce blu del territorio, trovando anche i fondi comunali è riuscita a finirlo, dando la possibilità a tutti i cittadini del borgo di Monterone di poter finalmente godere di un’area di sosta importantissima. Si tratta di un risultato enorme, che deriva da un grande lavoro e da grandi responsabilità che l’amministrazione si è assunta, con la Giunta che vedeva coinvolti anche il sottoscritto e la povera Mena Amalfitano, nel rescindere questo contratto, riuscendo poi nell’intento anche di calmierare le strisce blu. È stato il frutto di varie sinergie, magari poco pubblicizzato come altre opere che è bene mettere in evidenza, perché poi parlano le delibere, i fatti, rispetto a una campagna elettorale calunniosa. Mi pare che la popolazione abbia ascoltato in maniera attenta i passi per giungere a questo risultato».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui