Forio piange la maestra Rosa Genovino

0

Se ne è andata, in punta di piedi, Rosa Genovino, la tanto amata maestra che ha seguito molte generazioni di foriani e non solo.

Ecco un bellissimo ricordo di Gaetano Maschio.

“Cara Maestra Rosa,
gli imperscrutabili Disegni Divini hanno voluto che proprio oggi, 14 giugno, nel giorno in cui per anni, con la ” Supplica di una madre foriana” da te scritta, sei stata sollecita partecipante alla rappresentazione “’O San Vito, Patrone ‘e Furie”, lavoro da me ideato nel 2003 dedicato alla vita del nostro Santo Patrono ed al suo legame con la terra foriana, fossi chiamata a ricevere il premio alle Tue fatiche di sposa, madre, docente ma soprattutto di Amica di Forio e dei Foriani. Caso ha voluto che la notizia giungesse a noi mentre proprio nella Tua Scuola, un folto stuolo di Foriani di 10 anni stava provando lo spettacolo di fine anno con sulle labbra il tanto amato Furieno, che proprio Tu mi hai insegnato ad amare. La nostra amata Terra saluta Colei, che le ha testimoniato per tutta la vita filiale devozione. Giovanni Maltese, Giovanni Verde Ti saranno venuti incontro e permettimi di credere, anche il Sommo Poeta Dante, del quale declamavi spesso versi a memoria . Il nostro Santo Patrono Vito, certamente, non avrà desistito dal prenderti per mano per condurti davanti alla “Vergine Madre, umile ed alta più che creatura”. A noi resteranno i Tuoi insegnamenti, che cercheremo di tramandare alle future generazioni, certi che continuerai a sorriderci dal Luogo dove il sole non ha tramonto. A Dio, Maestra Rosa, saluta tutti per noi. Alla Famiglia Genovino- Castagiuolo i sensi del mio Affetto e della mia vicinanza. Gaetano Maschio.”

A tutta la famiglia e al figlio Ignazio vanno le condoglianze del Direttore Gaetano Di Meglio e di tutta la redazione de Il Dispari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui