fbpx

Forio, l’eredità rifiutata e le tasse non pagate. Il caso

Must Read

A luglio scorso il dirigente del III Settore Finanziario del Comune di Forio aveva dovuto affidare l’ennesimo incarico legale per dirimere una controversia tra l’Ente e gli eredi di diversi immobili, che però avevano rifiutato l’eredità. E di conseguenza non hanno mai pagato i tributi comunali dovuti per tali proprietà, impugnando i relativi avvisi di pagamento. E la Commissione tributaria provinciale aveva accolto i ricorsi, «con la motivazione che la mancata accettazione dell’eredità da parte degli eredi, ne esclude la soggettività passiva e quindi nulla dovrebbero i soggetti al Comune di Forio per Imu e Tasi».
Il bello della vicenda (o il brutto per l’Ente) è che però, pur sostenendo di non aver mai accettato in eredità gli immobili del padre deceduto, tutti questi signori «occupano di fatto gli immobili ricevuti in eredità e nelle more della loro accettazione non stanno pagando l’Imu e la Tasi per la maggior parte degli immobili con grave pregiudizio per le casse dell’Ente».

La battaglia

Un danno economico per il Comune. Una perdita di introiti da non sottovalutare E dunque Rando aveva definito la strategia per passare alla controffensiva. Avviando il necessario iter legale. Evidenziando che «presupposto fondamentale affinché tutti gli eredi diventino soggetti di imposta e siano tenuti al pagamento delle imposte comunali, è l’accettazione dell’eredità; per imporre tale obbligo risulta essere necessario avviare un iter legale».
E dunque aveva conferito incarico all’avv. Francesco Mastrantuono stabilendo un compenso di 1.500 euro oltre Iva e Cpa. Un compito certamente alquanto complicato.

Fatto sta che ora nell’ultima determina adottata Rando scrive che l’incarico è stato portato a compimento dall’avv. Mastrantuono, che ha pure presentato una richiesta di acconto pari a 950 euro. Rando ha quindi liquidato la somma richiesta. Nulla però aggiunge sull’esito dell’iter della controversia. Considerato il pagamento al legale, ad ogni modo, sembra proprio che il contenzioso si sia incanalato sui binari desiderati dal Comune. O i figli accettano l’eredità paterna e si rassegnano a pagare le relative tasse, o liberano gli immobili occupati. Certo che in materia di eredità se ne vedono di tutti i colori…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Valentino chiuso per 30 giorni, le motivazioni: buttafuori non autorizzati, risse e multe anticovid

Il Questore di Napoli, su proposta del Commissariato di Ischia, ha disposto la sospensione per 30 giorni delle attività...
In evidenza

Valentino chiuso per 30 giorni, le motivazioni: buttafuori non autorizzati, risse e multe anticovid

Il Questore di Napoli, su proposta del Commissariato di Ischia, ha disposto la sospensione per 30 giorni delle attività...