venerdì, Marzo 5, 2021

Forio è sempre più verde (Della) Speranza

In primo piano

Enzo e Gianluca. Ciò che Giosi ha diviso, Giosi ha unito

Gaetano Di Meglio | Era il 2015, dopo aver superato la sbornia e archiviato gli schiaffi elettorali della prima elezione...

Il Consiglio di Stato tentenna… Ma a Lacco Ameno è guerra di denunce anonime

Attesa febbrile per la pronuncia dei massimi giudici amministrativi sulla sorte della “fascia tricolare”: rivince Pascale o è la volta di De Siano?. Con la guerra giudiziaria e politica, prosegue la stagione dei corvi. Denunce apocrife con accuse ai politici. Accusatori e accusati fanno parte tutti della stessa barca

Giosi Ferrandino: “Ischia non perdere l’occasione Recovery”

https://youtu.be/hXXKLSQURO8 Gaetano Di Meglio | Con l'eurodeputato PD, Giosi Ferrandino, una riflessione sul governo Draghi, le possibilità del Recovery Fund...

Ugo De Rosa | Verde… Speranza a Forio. Un gioco di parole per definire l’aggiudicazione alla solita ditta, Della Speranza Claudio appunto, dell’ennesimo megaprogetto per il verde pubblico varato da Del Deo. La stessa che si era già pappato il succulento appalto nel 2018 per oltre 150mila euro.

Stavolta il servizio globale di manutenzione del verde è stato addirittura appaltato per quattro anni, «al fine di mantenere in perfetto decoro il verde pubblico di un paese turistico come Forio, senza interruzione del servizio in essere». Ed il costo totale del progetto ammonta quasi 800mila euro, di cui 613.659 a base di gara per il servizio vero e proprio. Per quattro anni… E si spera che non accada come nel caso del precedente appalto, quando sono stati poi affidati tanti altri servizi extra a questa o altra ditta, con ulteriore lievitazione dei costi.
Il rup Vincenzo Rando aveva così indetto la gara con procedura aperta sulla piattaforma telematica Asmecomm con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. La commissione giudicatrice era presieduta dall’arch. Alessandro Dellegrottaglie (da Lacco Ameno) e composta dagli architetti Marco Raia e Nicola Regine.

Ebbene, ora il rup Rando ha adottato la determina che approva la proposta di aggiudicazione in attesa di quella definitiva (ma è quasi scontata…) e nel contempo, fin quando non saranno adempiute tutte le formalità, proroga di altri tre mesi, da gennaio a fine marzo, alla stessa “Della Speranza” il servizio che già stava continuando a svolgere in proroga.
Tra l’altro la procedura di gara è andata avanti con grande lentezza. Ad ogni modo entro il termine del 9 novembre scorso erano pervenute otto offerte da altrettante ditte: “Agriverde S.R.L. Società Agricola”, “Della Speranza Claudio”, “Flora Napoli”, “La Gardenia”, “Lady Diana”, “Progetto Verde”, “Vivai Antonio Marrone”, “Vivai Barretta”.
Nel corso delle verifiche, per motivi vari, sono state escluse la “Lady Diana”, “Agriverde s.r.l. Società agricola”, “Progetto Verde” e “Vivai Barretta”.
Da otto, i concorrenti si sono ridotti a quattro e a metà gennaio è arrivata la proposta di aggiudicazione alla “Della Speranza Claudio”, che ha offerto un ribasso del 7,00%. L’importo di aggiudicazione ammonta dunque a 575.158,18 euro oltre Iva… Oltre 100mila euro all’anno…

Rando precisa che l’aggiudicazione definitiva avverrà con successiva determina e sarà efficace solo la verifica dei requisiti. Ma si tratta di pura formalità…
In attesa di iniziare a papparsi il lauto appalto da aprile, come detto fino al 31 marzo la “Della Speranza” continuerà a curare il verde in proroga. Con costi esorbitanti di cui Del Deo dovrebbe dare conto ai cittadini contribuenti foriani, soprattutto in un momento di crisi come quello attuale.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Disastro CPL Concordia. Tranciato un cavo Telecom. Lacco Ameno senza telefono e senza internet

Disastro CPL Concordia. Tranciato cavo Telecom durante i lavori di scavo e posa in opera del GAS metano e...
- Advertisement -