fbpx
HomeSportForio Basket: appuntamento con la Storia

Forio Basket: appuntamento con la Storia

Un altro piccolo sforzo e la seconda lettera dell’alfabeto non sarà più soltanto un sogno. Da domani il palazzetto del Casale potrà ritornare a disposizione dell’Asl NA2 come hub vaccinale. Forio, ore 17.00: c’è l’appuntamento con la storia! I biancorossi di Iovino a Salerno hanno gettato le basi per il salto di categoria che dovrà materializzarsi nel tardo pomeriggio di oggi. Forio con le bende e qualche cerotto, che arriva a questa gara-2 con qualche uomo che risente delle diciassette partite disputate nell’arco di novantatré giorni. Un fuoco di fila impressionante. In media, una partita ogni cinque giorni, anche se per quasi due mesi si è giocato due volte alla settimana. Salerno è un osso duro e non mollerà. Già a Benevento, ipotecando la finale, dimostrò di poter piazzare l’impresa. «La vittoria di undici a Salerno non deve assolutamente farci cullare sugli allori. Sarà un’altra partita e dobbiamo giocare per vincerla», ha sottolineato il coach dopo il colpaccio di Pellezzano, dove Forio si impose con la testa, col fisico ma soprattutto con il cuore vista la delicata situazione che si era delineata tra premature uscite e situazione falli.

Nel palazzetto foriano oggi non potrà esserci il sold-out a causa delle limitazioni imposte dal decreto, ma di sicuro chi ha prenotato il posto inviando le generalità sulla mail indicata dalla società, si farà sentire. Il Forio è stato sostenuto alla grande all’andata, figuriamoci in questa partita che vale un traguardo mai raggiunto da una squadra isolana di pallacanestro. La terza serie nazionale è ad un passo ma quel passo bisogna compierlo in maniera decisa, senza titubanze, giocando con la tranquillità che offre il piccolo vantaggio maturato in gara-1 ma anche con la dovuta concentrazione. Le due finaliste sono un giusto mix di gioventù ed esperienza. Quest’ultimo è un fattore che vale tantissimo. Forio all’andata ha saputo tenere i salernitani lontano dal canestro, difendendo a uomo e passando anche a zona in caso di bisogno. Gara-1 ha detto che il Forio Basket può contare ciecamente anche su chi finora ha avuto meno spazio. A Salerno i trascinatori sono stati indubbiamente Callara e Rupil, con Markovic bravo a limitare il lituano Pleikys, ma il lavoro difensivo di Vignali e i punti pesantissimi di Dal Maso e Guzzon non sono passati inosservati. «E’ stata la peggior partita della nostra stagione, abbiamo subito troppo la pressione per l’importanza della posta in palio e non siamo riusciti ad esprimere il nostro gioco – ha dichiarato Mimmo Sorgente, presidente del Salerno –. Ci siamo limitati da soli e abbiamo giocato con la stessa paura dell’ultima gara con Benevento. A Forio servirà un’impresa, ma ho piena fiducia nei miei ragazzi, che hanno più volte dimostrato di sapersi compattare nelle situazioni di difficoltà».ARBITRI – La gara-2 di finale in programma alle ore 17.00 al palazzetto del Casale, sarà diretta da due fischietti che in questa stagione hanno già arbitrato le due squadre. Si tratta di Luca Leggiero di San Tammaro (Caserta) e Andrea Manganiello di San Giorgio del Sannio (Benevento).

Gli altri articoli
Related News
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui