giovedì, Febbraio 25, 2021

Fogna di Casamicciola, l’EVI precisa: rottura piccolissima, segnalata il 31 luglio

In primo piano

Liberate quel pacco. Aiutiamo Francesco

Il grido d’aiuto di un genitore ischitano: «Bloccati alla dogana i prodotti per trattare mio figlio autistico»

Cavascura, 43 anni dopo è ancora disastro ai Maronti!

Ugo De Rosa | 15600 giorni fa, era il 9 giugno 1978 e la montagna franò. 5 morti, 5...

Isole, pioggia di milioni per opere pubbliche e messa in sicurezza di edifici sulle isole

Con decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, in data 23 febbraio 2021...

c.s. | In relazione a quanto riportato dagli organi di stampa locali in merito alla rottura della condotta fognaria sottomarina di Casamicciola Terme, l’EVI spa intende precisare che, in data 31 luglio 2015, ha chiesto all’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno” – Capitaneria di Porto di Napoli, l’autorizzazione ad eseguire i lavori di riparazione.

In pari data l’EVI inviava la missiva anche al Circomare Ischia.

L’ordinanza di autorizzazione, dopo i vari passaggi previsti, è giunta in data 27 agosto 2015.

Domenica 30 agosto la ditta specializzata “Nettuno” comincerà l’intervento.

Si precisa, inoltre, che la rottura è situata a 600 metri dalla costa, ad 8 metri di profondità ed è veramente esigua, trattandosi del semplice deterioramento di una saldatura. Il materiale sversato in mare è stato quindi estremamente ridotto.

 


- Advertisement -

4 Commenti

  1. Questa condotta 2 anni fa è rimasta rotta per circa 3 mesi la macchia di liquami si vedeva da terra, telefonai all’ evi e mi dissero di chiamare il comune!

  2. Ma possibile che per ovviare ad una piccolissima(?) rottura bisogna chiedere autorizzazioni a destra e a manca e un mese per averle? Ma è mai possibile che la burocrazia debba entrare anche nelle emergenze, povera Italia…….

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Liberate quel pacco. Aiutiamo Francesco

Il grido d’aiuto di un genitore ischitano: «Bloccati alla dogana i prodotti per trattare mio figlio autistico»
- Advertisement -