fbpx

Ferrandino e l’osservatorio per la legalità

Must Read

Giosi e il via all’Osservatorio sulla Legalità: «Fondamentale il ruolo degli enti locali»
A marzo il Galà al Polifunzionale con Roberti, Sirignano e Maresca

Paladino della legalità, al punto da promuovere l’istituzione di un Osservatorio ad hoc sull’isola. Con l’intento di «far diventare le amministrazioni locali dell’isola di Ischia vere  e proprie sentinelle rispetto alla emersione di fenomeni di illegalità nel contesto territoriale». Lo scorso marzo, il sindaco di Ischia Giosi Ferrandino aveva fatto gli onori di casa per un vero e proprio Galà della legalità. Una passerella imponente e una mattinata di solidi messaggi alla cittadinanza, alla quale avevano preso parte, tra gli altri, Franco Roberti, Procuratore Nazionale Antimafia, Luca Palamara della Procura della Repubblica di Roma, già Presidente della Associazione Nazionale Magistrati, Cesare Sirignano e Giovanni Conso, sostituti Procuratori  della D.D.A. di Napoli e Catello Maresca,sostituto Procuratore della D.D.A. di Napoli e cittadino onorario del Comune di Ischia cui è legato da una lunga frequentazione. A moderare quell’incontro il giornalista Sandro Ruotolo.
«E’ al Comune – aveva sottolineato il sindaco di Ischia – che si comunica l’inizio di un’attività imprenditoriale. E’ il Comune che rilascia concessioni e licenze, per lo svolgimento di attività commerciali in locali agibili ed urbanisticamente legittimi. Questi aspetti pongono gli enti locali di fronte a nuove responsabilità, proprio se si considera la capacità delle associazioni  criminali di avvalersi del contributo di soggetti apparentemente insospettabili e mai sfiorati da inchieste di camorra. E’ anche vero e non può essere sottaciuto – aveva spiegato Ferrandino – che nell’attuale contesto di grave crisi economica, più forte può divenire la sirena del guadagno illegale, frutto di un illecito accordo fra imprenditori in difficoltà ed associazioni criminali. Le associazioni criminali hanno i soldi. E con i soldi cresce il loro potere di influenza in un tessuto sociale  duramente provato dalla crisi economica. Ancora una volta il ruolo degli enti locali, quelli più vicini al cittadino, diventa fondamentale. E fondamentale – aveva sottolineato il primo cittadino – è il ruolo delle amministrazioni locali nella difesa del territorio. Un ruolo che le amministrazioni non hanno saputo o voluto esercitare per lungo tempo se si pensa al fenomeno dell’abusivismo edilizio in un’isola a lungo sprovvista degli strumenti di pianificazione  territoriale.
Gli ultimi anni hanno senz’altro fatto registrare un’inversione di tendenza anche in seguito all’intervento sempre più incalzante dell’autorità giudiziaria. Ma resta da recuperare il ruolo di programmazione e di gestione del Territorio da parte degli enti locali. Programmazione e gestione nella legalità per assicurare diritti dei cittadini e salvaguardia delle nostre bellezze paesaggistiche ed ambientali che rendono il nostro territorio mèta di turisti da ogni parte del mondo».
Di qui, dunque, l’esigenza a istituire un Osservatorio sulla Legalità, “battezzato” proprio lo scorso anno per «contribuire significativamente a realizzare forme di prevenzione dell’illegalità perché la prevenzione a differenza della repressione non ha costi.

«Mi auguro – aveva proseguito Ferrandino –  che il contributo degli amici magistrati, anche attraverso l’Osservatorio per la Legalità del cui Consiglio Direttivo hanno accertato di far parte possa concorrere al progresso della nostra comunità civile, non solo vigilando sui fenomeni di illegalità della nostra isola ma rendendo i ragazzi di oggi cittadini responsabili domani, nella certezza che solo educando le nuove generazioni al rispetto dei valori  della  convivenza e della solidarietà la comunità isolana potrà crescere e in civiltà ed umanità».

pasquale raicaldo

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Tragedia. Uomo colto da malore, muore sulla strada di casa

Venerdì di dolore e di sgomento. La quiete della comunità isolana e della comunità di Casamicciola Terme, sono state...