fbpx

Ferragosto, numerosi i diportisti salvati dalla Guardia Costiera

Must Read

Un lungo week end quello di Ferragosto, che ha visto impegnata in prima linea anche la Guardia Costiera di Ischia, che sotto il coordinamento della Direzione marittima della Campania e nell’ambito del dispositivo nazionale “Mare sicuro 2022” ha messo in campo uomini e mezzi rafforzando le attività di vigilanza e di soccorso, in modo tale da far fronte alla “invasione” di villeggianti, bagnanti e diportisti che hanno affollato le spiagge, il mare e i porti.

A rendere ancora più complesso il lavoro degli uomini della Capitaneria di Porto è stato anche il repentino variare delle condizioni meteo marine, che ha causato diverse criticità e di conseguenza reso necessari interventi di assistenza e soccorso ad unità da diporto in difficoltà.

In particolare, la motovedetta CP 807 è dovuta intervenire nelle acque di Ischia nella zona di Punta Molino, per prestare assistenza ad un’imbarcazione da diporto di circa 50 piedi con 4 persone a bordo, in procinto di affondare a causa di una falla. Giunto sul posto il personale della Guardia Costiera ha dapprima messo in sicurezza gli occupanti; successivamente la motovedetta si è affiancata all’unità da diporto per consentire un sopralluogo a bordo del natante. Nel corso dell’ispezione è stata riscontrata la presenza di acqua sopra il livello dei motori in sala macchine. Tempestivamente si è quindi proceduto all’esaurimento dell’acqua, mediante l’utilizzo delle motopompe di bordo della motovedetta, riportando l’imbarcazione in galleggiamento. Essendo necessario procedere con la massima tempestività possibile per evitare l’affondamento, tutte le operazioni sono state eseguite con le due unità affiancate e durante la navigazione verso il porto di Ischia. L’intervento ha così permesso di mettere in sicurezza l’imbarcazione da diporto.

Nella giornata di Ferragosto, poi, la sala operativa della Guardia Costiera di Ischia ha ricevuto la segnalazione di un’imbarcazione da diporto, in navigazione all’interno del porto di Ischia, con un principio d’incendio a bordo. Al fine di scongiurare ulteriori gravi conseguenze, l’unità si è diretta fiori dallo specchio d’acqua portuale, dove è stata raggiunta dal personale della Capitaneria di Ischia a bordo del battello veloce b71 e della motovedetta Sar CP 807. L’abilita’ dello skipper ed il tempestivo intervento degli uomini della Guardia Vostiera hanno evitato che l’incendio si potesse propagare, mettendo dapprima in sicurezza i due diportisti.

Ma come detto è stato un week end lungo. Ulteriori interventi in soccorso di diportisti in difficoltà sono stati eseguiti dalla motovedetta Sar CP 807 nella notte di ferragosto, proprio a causa dell’improvviso peggioramento delle condizioni meteo, con forti raffiche di vento e pioggia.

Come era prevedibile, nel week end di Ferragosto è stato registrato un ulteriore incremento di unità da diporto che hanno raggiunto l’isola d’Ischia per trascorrere alcuni giorni di vacanza. E dunque oltre gli interventi di soccorso, come di consueto uomini e mezzi sono stati impegnati nella costante e ancor più capillare attività di vigilanza in mare per assicurare il rispetto da parte dei diportisti delle disposizioni per la corretta fruizione e navigazione all’interno delle acque dell’Area marina protetta Regno di Nettuno e dei limiti di navigazione inerenti la distanza dalla costa.

Nel corso di questa attività di controllo sono state elevate numerose sanzioni amministrative, per un importo di circa 12.500 euro, inerenti il mancato rispetto delle norme in materia di sicurezza della navigazione e la mancanza da parte dei diportisti delle previste autorizzazioni per eseguire le attività nautiche all’interno dell’Area marina protetta.

Infine, come si verifica in tutti i week end estivi, il lavoro della Guardia Costiera si è esteso ai porti di Ischia, Casamicciola Terme e Forio, per far fronte agli ancor più massicci flussi turistici in occasione del Ferragosto. Tra venerdì e lunedì sono transitati nei tre scali circa 85.000 passeggeri, ovvero 47.000 in arrivo e 38.000 in partenza, e un totale di circa 6800 veicoli.

Per far fronte a questo “affollamento” peraltro previsto, in ogni porto vigilanza e controlli sono stati incrementati con l’impiego continuo di numerose pattuglie per garantire la sicurezza degli accosti delle unità navali e dei passeggeri e garantire che le operazioni di sbarco ed imbarco avvenissero in tutta tranquillità e senza “incidenti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Caduta massi, allarme sulla ex ss 270 a Cavallaro 

Cadono massi sulla ex se 270 tra Forio e Lacco Ameno. Urge l’immediato intervento delle autorità competenti  a tutela...
In evidenza

Caduta massi, allarme sulla ex ss 270 a Cavallaro 

Cadono massi sulla ex se 270 tra Forio e Lacco Ameno. Urge l’immediato intervento delle autorità competenti  a tutela...