martedì, Aprile 13, 2021

Fatelo per Misia e… | #4WD

Daily4ward di Davide Conte del 30 marzo 2021

In primo piano

Sono particolarmente felice del fatto che il prossimo 17 aprile si terrà un webinar molto importante per la tutela della salute dei nostri adolescenti.

Il tema “Confronto e dialogo tra politica, associazioni ed enti sanitari” tratterà il delicatissimo tema dei disturbi del comportamento alimentare tra i giovani, riuscendo finalmente a mettere intorno allo stesso tavolo virtuale l’autorità politico-amministrativa regionale, quella sanitaria, la scuola e il mondo delle associazioni che si occupano di quei maledetti DCA che continuano a mietere vittime tra i nostri ragazzi: un dato, questo, notevolmente intensificatosi in epoca Covid.

Ho il piacere di dare una mano, nel mio piccolo, all’amico Paolo Massa, che dopo una terribile tragedia familiare ha fatto della lotta ai DCA una vera e propria missione, pur sopportando un coltello che gli si rigira nella piaga ogni qualvolta è costretto a riportare all’attenzione di chi lo ascolta -e di conseguenza, alla sua- la perdita di una delle sue due figlie. Proprio ieri Paolo ha diffuso sulla pagina Facebook dell’Associazione “Artemisia – Una voce per l’Anoressia” da lui stesso presieduta, un video da pelle d’oca, che ripropone una e-mail di sua figlia Misia, rinvenuta dopo la sua morte e indirizzata ad una docente del Liceo dopo il suo ritiro da scuola.

Paolo ha scritto che quel testo è “una sorta di testamento che mia figlia Misia ha lasciato a tutti noi… Ma al tempo stesso, si tratta anche di una preziosa eredità… Se io per primo, da genitore come da docente, fossi stato maggiormente informato su questi tratti caratteriali, avrei forse potuto osservare e affrontare meglio sia i comportamenti di mia figlia sia quelli di tanti altri ragazzi potenzialmente a rischio… Se vogliamo combattere questo orribile nemico, dobbiamo tutti saperne di più. Nessuno escluso!”

Un’eredità, quella di Misia, che non può essere dilapidata. Una causa, quella dell’Associazione di Paolo, che non può più attendere.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Isole covid free: stop al piano di Regione, ASL e Sindaci

Il prossimo obiettivo, però, è quello di evitare di continuare con la clientela da vaccino e con il mercato dell’inoculazione! La moltiplicazione degli hub e la spicciola clientela locale non possono trovare spazio in questa vicenda. La priorità deve essere chiara: annullare la realizzazione del terzo hub del Negombo e realizzare un unico hub al palazzetto dello sport di Ischia dove concentrare le operazioni di vaccinazione.
- Advertisement -