Fand invita i giovani a non trascurare gli anziani e Diabetici ed Ipertesi a restare a casa!

0

Alfonso Filisdeo | La Fand isola d’Ischia si rivolge agli amici iscritti all’Associazione Diabetici dell’Isola per sottolineare che stiamo attraversando un periodo estremamente difficile, ancor più preoccupante e serio per chi ha già patologie pregresse, come il Diabete e l’Ipertensione.

A nome dell’Associazione isolana, riteniamo importante condividere il pensiero e l’appello di eminenti studiosi come il prof. Purrello ed il dr. Paolo di Bartolo: “In questi giorni di emergenza nazionale- sostengono i due studiosi- invitiamo i pazienti a mantenere la calma e a comportarsi come farebbero se oltre al diabete dovessero gestire una qualsiasi altra patologia o situazione particolarmente stressante. Occorre insomma, attenersi a poche ma fondamentali regole, che valgono sempre nella stagione influenzale, o quando si debba affrontare qualsiasi altra patologia in aggiunta al diabete: mantenersi idratati, monitorare ancora più scrupolosamente il glucosio nel sangue, misurare regolarmente la febbre, tenere sotto controllo anche i chetoni – in caso di terapia a base di insulina – e seguire in modo puntuale le indicazioni che si ricevono dal proprio team di cura”.

Sono regole semplici ma importanti, ovviamente, aggiungiamo noi, nel rispetto di quello che dovrebbe essere un vero e proprio imperativo categorico di non uscire, di RESTARE A CASA!

Cogliamo anche l’occasione per rivolgere un invito ai giovani, parenti e volontari, di dedicare una piccola parte della propria giornata agli anziani, non solo ai diabetici, per garantire loro il rifornimento di beni di primaria necessità e per soddisfare altre eventuali esigenze. Anche per i giovani è una nobile occasione per esprimere gratitudine nei confronti di chi ha vissuto la propria vita non senza difficoltà, dedicandola alla crescita di figli e nipoti.

La FAND Isola d’Ischia esprime inoltre soddisfazione per la decisione di reperire presso il Palazzo Reale, per rafforzare gli sforzi già encomiabili che si registrano presso il Rizzoli e per reperire spazi utili a fronteggiare un eventuale inasprimento della pandemia anche sull’isola. Nel contempo, formula i migliori auguri ai diabetici ed a tutti gli altri in questa battaglia che stiamo combattendo, per sconfiggere un nemico invisibile ed estremamente pericoloso, nella certezza che “andrà tutto bene e ce la faremo”!

Alfonso Filisdeo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui