giovedì, Febbraio 25, 2021

Fabbisogno Casamicciola e la furbata della mobilità. A rischio il doppio concorso per D e C

In primo piano

Liberate quel pacco. Aiutiamo Francesco

Il grido d’aiuto di un genitore ischitano: «Bloccati alla dogana i prodotti per trattare mio figlio autistico»

Cavascura, 43 anni dopo è ancora disastro ai Maronti!

Ugo De Rosa | 15600 giorni fa, era il 9 giugno 1978 e la montagna franò. 5 morti, 5...

Isole, pioggia di milioni per opere pubbliche e messa in sicurezza di edifici sulle isole

Con decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, in data 23 febbraio 2021...

Gaetano Di Meglio | Come vi ho raccontato ieri la Regione Campania ha “bloccato” le assunzioni pilotate attraverso le graduatorie dei comuni dell’isola volute da Enzo Ferrandino. Una “scoppola” che è arrivata l’ultimo giorno dello scorso 2020 e che ha rotto i piani programmati a partire dal prossimo 8 febbraio.
Ma la parentesi ischitana ci porta a fare una riflessione su quello che sta accadendo a Casamicciola. Come sapete, perché il buon giornalismo di Ida Trofa è sempre puntuale, a Casamicciola ci si avvia all’assunzione di due figure professionali a tempo indeterminato con procedura concorsuale: un D e un C. Una procedura diversa da quella ischi tana perché, al netto del possibile concorso pilotato, Casamicciola non conosce l’esito di nessuna graduatoria già esistente e accetterà l’esito del concorso.

Però,c’è qualcosa che merita di essere approfondito perché Castagna rischia di vedere andare tutto in frantumi. E non vorremmo che la piccola di Casa “Piro”, Vincenza, non abbia fatto qualche passo falso.
La stessa “siringa” regionale che è giunta ad Ischia il 31 dicembre, 3 giorni prima era arrivata a Casamicciola. Una pec che, però, non ha smosso più di tanto l’agire dell’amministrazione casamicciolese.
Ma andiamo per gradi e seguiamo la linea temporale di questa vicenda.
Il 14 dicembre il comune di Casamicciola attiva la mobilità obbligatoria con gli enti preposti. Passa i giorni,m passa il Natale il 28 dicembre arriva la PEC dallo “Staff93”. Ricevuta a archiviata la PEC, il giorno dopo, il 29 dicembre, la Piro approva gli schemi dei bandi di concorso per titoli ed esami e i modelli di domanda di partecipazione per la copertura di n. 1 posto di istruttore direttivo amministrativo – cat. d/d1 – a tempo indeterminato e pieno e di istruttore amministrativo cat. C / C1 a tempo indeterminato e part time (12 ore settimanali).

Ma come, lo scorrimento degli elenchi presenti i Bacini napoletani vengono fatti in un giorno solo? Sembra proprio molto strano. Cosa ha combinato la Piro? O meglio, su cosa Castagna ha voluto che si premesse sull’acceleratore? C’è tanto il sentore di una furbata che, potenzialmente, avrà un costo molto alto per i piani del sindaco Castagna.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Liberate quel pacco. Aiutiamo Francesco

Il grido d’aiuto di un genitore ischitano: «Bloccati alla dogana i prodotti per trattare mio figlio autistico»
- Advertisement -