fbpx
HomeprimopianoExport e Made in Italy. A Lacco Ameno presenti i ministri Di...

Export e Made in Italy. A Lacco Ameno presenti i ministri Di Maio e Castelli

Sabato 17 luglio presso l’Hotel della Regina Isabella ha avuto luogo l’importate convegno dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli incentrato sull’Export e sul Made in Italy. Presenti anche i ministri Luigi Di Maio e Laura Castelli. A fare gli onori di casa il Sindaco Giacomo Pascale e il Sindaco e Presidente ANCIM Francesco Del Deo.

LA NOTA STAMPA

“Sostenere le imprese, tutelare il Made in Italy e accompagnare le aziende nei processi di internazionalizzazione in uno scenario economico che a causa della pandemia mostra tante incognite ma che prospetta anche grandi opportunità di ripresa: l’Italia può e deve essere protagonista e lo deve fare con la forza delle sue imprese e del suo know how. Un ruolo decisivo può arrivare dal Sud, che deve essere determinante nella ripresa aumentando la quota export ascrivibile alle Regioni del Mezzogiorno”. È quanto afferma Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, presentando il forum “Export e made in Italy: l’internazionalizzazione come strumento per lo sviluppo delle imprese. Digitalizzazione, innovazione e sostenibilità per il rilancio del Sud”, che si terrà domani, sabato 17 luglio 2021 dalle 10.30 all’Hotel Regina Isabella di Lacco Ameno a Ischia. Al forum interverranno Luigi Di Maio, ministro degli Affari Esteri e della cooperazione internazionaleLaura Castelli, viceministro dell’EconomiaValeria Fascione, assessore della Regione Campania per Ricerca, Innovazione e Start Up.

“Nel primo trimestre i dati italiani dell’export sono stati pari a 118 miliardi, superiori al record del 2019, quindi pre pandemia. La strada è tracciata – sottolinea Moretta – e il Sud la sta seguendo, con una crescita del 3,8%: sono dati incoraggianti che vanno consolidati. In questo contesto i commercialisti rivestono un ruolo fondamentale di accompagnamento alle aziende e e di sostegno concreto all’internazionalizzazione, con figure specialistiche in grado di affiancare le imprese nei percorsi verso l’estero. La professione è da tempo al lavoro per implementare la propria formazione come consulenti delle imprese che guardano all’estero e nello sviluppo di modelli di business adeguati all’internazionalizzazione”.

Alla manifestazione – fa sapere l’Odcec di Napoli in una nota – hanno partecipato anche Giacomo Pascale, sindaco di Lacco Ameno; Carlo Ferro, presidente Ice; Mauro Alfonso, ceo Simest; Marco Bellezza, ceo Infratel; Simonetta Acri, chief Mid Market Officer Sace; Antonio D’Amato, Gruppo Seda – presidente Fondazione Mezzogiorno. Alla sessione pomeridiana, introdotta da Matteo Lorito, Rettore dell’Università degli Studi Federico II di Napoli, interverranno Alessandro Solidoro, componente Cndcec Consigliere delegato all’internazionalizzazione; Antonio Capaldo, presidente cda Feudi di San Gregorio; Giuseppe Di Martino, Pastificio G. Di Martino; Fiammetta De Simone, De Simone Fratelli; Aurelio Fedele, Componente cda La Doria; Giovanni Lombardi, presidente Gruppo Industriale Tecno; Costanzo Jannotti Pecci, ceo Palazzo Caracciolo Industria Alberghiera; Giancarlo Carriero, presidente Convention Bureau Napoli; Carlo Palmieri, vicepresidente Pianoforte Holding – Yamamay e Carpisa; Giancarlo Lanna, componente cda Adler Sia – Automotiv e Aero Spaziale; Achille Coppola, consigliere segretario Cndcec, Edoardo Imperiale, direttore generale di Campania Digital Innovation Hub – Confindustria.

Foto De Blasio

Gli altri articoli
Related News
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui