Excuse me, Calise? Piazza degli Eroi? Calise?

dal mio angolo ed in tutto ciò che posso, ci sono e ci sarò. Buon compleanno, cavalier Calise.

4
Emiddio Calise, foto Alfonso Mattera
Emiddio Calise, foto Alfonso Mattera

Antimo Puca | “Excuse me, Calise? Piazza degli Eroi? Calise”? Questa era la domanda ricorrente del “forestiero” distinto, munito di cartina e minimappa, subito dopo essere approdato,incontrando il primo isolano che gli capitava dinanzi! Il Bar Calise è stato, per 60 anni, la proiezione dell’eleganza isolana nel mondo. Primo bar al mondo negli anni ‘60 per stile, eleganza, e per il particolare, a tratti raro, giardino che lo circondava. Il Cavalier Calise ha contribuito in prima persona alla bellezza ed allo splendore dell’isola, curando personalmente l’estetica nei tratti Comunali prossimi al bar. Sotto al marchio Calise si sono visti infatti splendere e curare i giardinetti di Casamicciola, il circondariato di Piazza degli Eroi, via Antonio Sogliuzzo ed addobbare a festa i questi tratti circostanti nel periodo natalizio e nei periodi di grandi feste.

Un uomo discreto, gentile, di poche ma pensanti parole, con audacia, umiltà ed occhio lungimirante ha saputo gestire in tante generazioni un bar che è diventato istituzione prima, impero poi. Un uomo che ha corso un rischio, investendo se stesso in prima persona. E lo ha saputo correre. Oggi il Calise chiude i battenti.

Questa notizia ha rattristato il cuore di tanti che hanno visto passare, attraverso il Calise, glorie ed onori, sia comunitarie che personali. Mai, questa istituzione, doveva cadere tra le mani dei “nuovi forestieri”, persone che, con tutto il rispetto parlando, non hanno mai vissuto l’isola e le sue difficoltà. Se avessi un minimo di forza economica sufficiente, avrei sicuramente offerto personalmente una mia cifra per darTi una mano e risollevarTi . Per fare in modo che Tu sia sempre Tu e nessun’altro che Tu. Mi commuove vederTi, talvolta,passo discreto, pacato, incedere elegante. Certo, il mio resta uno scritto gettato su un pubblico canovaccio. Ma nel mio cuore vive, come fiamma ardente, il desiderio di vederTi ancora comandante a prua della Tua nave, li, impeccabile, elegante, distinto. Sarebbe stato doveroso unire le forze di tanti imprenditori isolani per sapere che il Calise c’era ed era ancora Made in Ischia.

Se si potesse destinare l’8 per mille, ecco, personalmente lo destinerei per questa istituzione che è di tutti, tutta ischitana. Sei Cavaliere in tutti i sensi, anche quando hai saputo portare sul groppone inutili ciancierie che, al Tuo cospetto, si trasformano in bassi, immeritati insulti. Sei il Valore. Perché hai dato lustro e valore alla nostra Ischia. Ed è per questo che con immensa Stima Ti faccio i miei più affettuosi  auguri di un buon compleanno, ricordandoTi che per Te, dal mio angolo ed in tutto ciò che posso, ci sono e ci sarò. Buon compleanno, cavalier Calise.

4 Commenti

  1. Nella vita puoi dare tutto, puoi prendere la luna e regalarla a chi vuoi tu ma è tutto inutile. Il tempo va avanti con tutte le novità ma fortunatamente restano i ricordi di un Calise che ha segnato la storia di Ischia.Per quel po che ti conosco posso dire che sei stato un grande e non aggiungo altro.

  2. Che tristezza, ma questa e’ la triste realta’, tanti imprenditori (se cosi’ si possono chiamare) hanno pensato che il loro successo era merito loro, non si e’ capito che Ischia deve dire grazie a quei pochi imprenditori come il sig. Calise che con grande competenza e sacrificio hanno trainato tutti, se ce ne fossero stati di piu’ oggi parlemmo di miracolo Ischia. Io sono orgoglioso di averlo conosciuto e stimato, se andro’ al Calise mi manchera’ la sua figura e sempre pronto a darti dei buoni consigli,. Auguri Cavaliere.

  3. Il mio ricordo personale del Calise. Io ho vissuto ad Ischia dal 1980 fino al 1990 , uno dei periodi più belli della mia vita. Uno dei tanti bei rocordi che ho del Calise era lo scandire delle stagioni estive, cominciavano con l’apertura del Calise e finivano con la chiusura dello stesso ( in quel periodo il Calise d’inverno chiudeva, per riaprire in primavera). Ogni volta che riapriva per noi ragazzi era una festa (perché già eravamo proiettati alla nuova stagione ed alle nuove ragazze da conoscere). Dal 1990 vivo in un altro posto perché l’amore versò una ragazza ( adesso mia moglie) mi ha portato lontano da Ischia. Ma nel 1995 ci sono ritornato per sposarmi con l’attuale mia mogli e la festa ed il taglio della torta lo abbiamo fatto proprio al Calise. Grazie di esistere Cavalier Calise.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui